Home Cicloturismo
Col Tze Core - da Verrés PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Martedì 03 Agosto 2010 13:58

  Clicca per vedere l'altimetria

Località di partenza:
Verres mt. 391 - SS26 al bivio da cui inizia la SR45 di Ayas (nei pressi del casello autostradale)
Località di arrivo:
Col Zuccore (Tze Core) mt 1623
La quota di scollinamento è in realtà di 1607 metri (come segnalato da pannello informativo sul valico)
Lunghezza:
km. 16,2
Dislivello:
1232 metri
Pendenza media:
7,6 %
Pendenza max. rilevata (riferita a tratti di 100 mt):
15 %
Stato del manto stradale:
Buono
Eventuali deviazioni che si possono compiere:
Un bellissimo circuito ad anello consente di scendere a Saint Vincent via Emarese e quindi di risalire il Col de Joux ritornando così in Val d'Ayas nei pressi di Brusson: una veloce discesa ci riporterà a Verres. Un altro interessante abbinamento è quello con il Col de Pantaleon, già descritto in queste pagine (seguite questo link)
Eventuali suggerimenti per la visita:
A Verres l'imponente castello degli Challand
Data della ricognizione:
domenica 24 maggio 2001

La salita nel dettaglio

Gli esperti amici ciclisti valdostani definiscono questa salita come una delle più dure della Vallèe: in effetti il tratto conclusivo non concede nulla all'improvvisazione e richiede un grande impegno. Il colle Zuccore (ma sarebbe più corretto chiamarlo col il suo toponimo patois, ovvero "Tze Core") è scarsamente trafficato e rappresenta uno dei pochi valichi della regione: eccovi raccontata per filo e per segno questa nuova scalata...


La salita inizia proprio nel centro di Verres (391 metri),  paese dominato dall'imponente castello, posto sulla rocca che chiude l'accesso alla Valle d'Ayas e che cattura l'attenzione di chi transita in questa zona. Voluto dalla famiglia Challant nella seconda metà del 1300, il castello è un bell'esempio di fortezza feudale. Si guadagna subito quota con alcuni tornanti piuttosto stretti, il traffico veicolare può essere fastidioso specie nelle giornate festive. Siamo completamente esposti al sole e le pendenze si fanno subito sentire anche se non manca qualche tratto in cui si può tirare il fiato: un duro strappetto di circa 150 metri al 10% precede l'ingresso nella località di Targnod, prima frazione di Challand Saint Victor. La salita procede ora più blanda, con pendenze che si assestano attorno al 5-6%: si risale dolcemente a mezzacosta sino ad un nuovo inasprimento delle pendenze nei pressi di Tilly, prima frazione di Challand Saint Anselme: si giunge quindi agevolmente a Quinsod (km 9,9 mt 1030) dove si lascia la SR45 di Ayas per imboccare la deviazione ben segnalata sulla sinistra e recante le chiare indicazioni per il Colle Tze Core ed Emarese.

Ora la musica cambia decisamente: un chilometro ancora ragionevolmente facile sino alla frazione di Orbeillaz e quindi si devia bruscamente a destra al km. 11 (prestare attenzione al bivio poichè è mal segnalato e si rischia di procedere diritto): imbocchiamo ora una strada assai stretta che si arrampica fiancheggiata da belle baite. Ben presto ci lasciamo alle spalle le ultime abitazioni ed entriamo nel bosco di pini e larici: ora le pendenze si fanno importanti, sempre costantemente superiori al 10%. Il tratto più impegnativo  tra il 12esimo e il 13esimo chilometro, contraddistinto da un lungo e sfiancante rettilineo. Qui  la pendenza media è del 12% con diverse rampe superiori al 15%: occorre molta concentrazione perchè a questo punto della salita può affiorare la stanchezza.
Comunque arrivati alla frazioncina di Arbaz (km 14,5 mt 1492) le nostre fatiche possono quasi considerarsi concluse: possiamo ora ammirare lo splendido panorama che la strada ci offre, un vero balcone verso la Val d'Ayas con verdissimi e curatissimi pascoli. Le pendenze vanno via via diminuendo in prossimità del colle, ampia sella prativa punteggiata di conifere dove il comune di Emarese ha costruito un'ottima area attrezzata per il picnic. La quota geografica dello scollinamento è di 1607 metri, come recita il cartello posto dal comune di Emarese, nei pressi del Col du Mont Tzeuc: il Colle Tze Core vero e proprio (mt. 1623) in realtà è situato geograficamente più a nord.

Dal Colle si ridiscende sul versante di Emarese toccando la graziosa frazione di Sommarese (ampie vedute sulla bassa valle) e quindi, a scelta, si può salire verso il Col de Joux oppure ridiscendere verso Saint Vincent.

Attenzione al caldo: può essere asfissiante nelle giornate estive, gran parte della salita è esposta al sole: nessu problema comunque per il rifornimento idrico, garantito dalle numerose fontane distribuite nelle località attraversate. Come già fatto rilevare, il traffico nella parte iniziale della salita (da Verres a Challand) può essere intenso nei week end estivi: consigliabile partire presto o - meglio ancora - affrontare la scalata nei giorni infrasettimanali.


 

 

 

 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information