Home Cicloturismo
Champillon - da Roisan-Doues PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Mercoledì 04 Agosto 2010 12:43

  Clicca per vedere l'altimetria

Località di partenza:
Roisan, fraz. Chateau mt. 785 (inizio SR29 di Doues)
Località di arrivo:
Plan Dètruit-Champillon mt. 2078
Lunghezza:
km. 19,7
Dislivello:
mt. 1349
Pendenza media:
6,8 %
Pendenza max. rilevata (riferita a tratti di 100 mt):
12 %
Stato del manto stradale:
Buono
Eventuali deviazioni che si possono compiere:
Disponendo di una MTB si può proseguire sulla sterrata che da Champillon porta ai pascoli di By: per ulteriori informazioni su questo itinerario vi invito a visitare la sezione MTB del sito di Beppe Busso, appassionato ciclista-escursionista della zona. Le sue pagine contengono ottimi spunti per gite nella Vallèe.
Data della ricognizione:
domenica 22 luglio 2001

La salita nel dettaglio

Al cospetto di sua maestà il Grand Combin: ecco il meritato premio offerto a chi percorre questa splendida e nascosta salita della Valle d'Aosta. Un immenso anfiteatro naturale di pascoli, ghiacciai e cime innevate, come ben testimonia la foto panoramica che potete ammirare: una salita che non può assolutamente mancare nella vostra collezione di "over 2000"

Dalla località di Chateau (fraz. del comune di Roisan) si diparte la SR29 di Doues: i primi chilometri sono completamente esposti al sole, la carreggiata è ampia e si superano ampi e panoramici tornanti disegnati tra prati verdissimi. Le pendenze non sono mai proibitive salvo un breve tratto di circa 600 metri al 10% nel tratto compreso tra la loc. Chanet (km. 4 mt 1039) ed il bivio per Allein posto su un tornante destrorso.  Successivamente la strada percorre quasi un chilometro di discesa prima di riprendere a salire, con ottime vedute verso la Valpelline, alla volta di Doues (mt. 1176), dove si giunge quasi in falsopiano al km. 7,9.
La piccola località è posta su un bellissimo balcone morenico che si affaccia sulla Valpelline, nel punto in cui questa si congiunge con la valle del Gran San Bernardo: da segnalare il fatto che oltre Doues non esiste nessuna struttura di appoggio salvo l'area attrezzata del Belvedere (km. 16,5)
Seguendo le indicazioni per Champillon la strada prosegue toccando numerose frazioni (in tutto sono 24, tutte esposte verso mezzogiorno lungo le pendici del Monte Saron). Il caldo può costituire un problema se si affronta la salita nelle ore più calde della giornata: comunque le fontane non mancano, disseminate un pò ovunque.
I pascoli di questa zona sono considerati tra i più produttivi della Valle d'Aosta, grazie anche ad un ingegnoso sistema di canalizzazione dell'acqua di fusione dei ghiacciai del Gran Combin, che garantisce l'irrigazione dei pascoli.
AL km. 11,3 siamo in località Chatelair (mt. 1430): sino a non molti anni fa qui finiva l'asfalto, mentre ora si può proseguire senza problemi su una strada in buone condizioni che si restringe però notevolmente dopo aver passato la frazione di Haut Prabat (km. 12,3 mt 1500). Nonostante la quota già alta, la vegetazione è ancora rigogliosa, grazie alla esposizione del pendio: l'ascesa per contro si fa solitaria e suggestiva, grandiose sono le vedute verso la Bassa Valle e le cime del Gran Paradiso. Le pendenze sono sempre accettabili, difficilmente si supera il 7-8%: si possono spingere buoni rapporti senza temere di andare in affanno.
Al km 16,4, in un tratto di strada finalmente ombreggiato grazie alla presenza di numerose conifere, giungiamo all'area attrezzata del "Belvedere": da qui in poi si comincia ad intravedere di fronte a noi la sagoma imponente del Gran Combin.
Superiamo il bivio per il rifugio Novella (gestito dal CAI, ma non svolge servizio pubblico) e senza particolari problemi giungiamo infine nella grande conca prativa di Plan Dètruit (km. 19,7 mt 2078), dove finisce l'asfalto: una solitaria croce lignea posta in mezzo ai pascoli, una invitante fontana ricavata dal tronco di un albero e null'altro a disturbare la quiete e la tranquillità del luogo. Non resta che scendere dalla bici ed ammirare lo splendido scenario naturale che ci si para davanti, con la vetta del Gran Combin che domina maestosa la conca di By, località facilmente raggiungibile  in sella ad una MTB con una comoda carrareccia sterrata che nel primo tratto procede in discesa. La sensazione di grandiosità trasmessa da questo balcone panoramico è grande, la relativa facilità dell'ascesa ci fa senz'altro affermare che si tratta di una salita tra le più belle della Valle d'Aosta.

Ci sembra superfluo sottolineare il fatto che la salita si snoda su strade pochissimo trafficate, anche nelle giornate festive: tutt'al più potrà capitarvi di incrociare qualche mandria al pascolo che vi ostruisce il cammino...  

 

 

 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information