Home Cicloturismo
Grosse Scheidegg - da Meiringen PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Sabato 14 Agosto 2010 16:25

  Clicca per vedere l'altimetria

Località di partenza:
Meiringen-Willigen mt. 700 (al bivio per Rosenlaui-Schwarzwaldalp)
Località di arrivo:
Grosse Scheidegg mt. 1962
Lunghezza:
km. 16,400
Dislivello in salita:
mt. 1262
Pendenza media:
7,7%
Pendenza max. rilevata (riferita a tratti di 500 mt):
12,4%
Stato del manto stradale:
Buono (ad eccezione di un breve tratto sterrato tra il km. 2 ed il km 3
Eventuali deviazioni che si possono compiere:
E' quasi d'obbligo chiudere l'itinerario ad anello scendendo sul versante opposto a Grindelwald, per raggiungere poi Interlaken. Seguendo le chiare indicazioni stradali rosse si costeggia il Brienzer See a lato dell'autostrada e si ritorna agevolmente a Meiringen. L'anello complessivamente è lungo 76 km
Eventuali suggerimenti per la visita:
Meiringen è una piacevole cittadina: da non mancare la visita alle Reichenback Fall (raggiungibili con un trenino a cremagliera molto suggestivo). Ad Interlaken vi consiglio invece la salita allo Jungfrau con il treno: è una escursione fantastica, anche se un po' costosa. Il treno arriva sul ghiacciaio dello Jungfrau a 3000 mt. : naturalmente vale la pena intraprendere questa gita solo se le condizioni meteorologiche sono buone....

La salita nel dettaglio


Se esiste un paradiso per i ciclisti, sicuramente la Svizzera ne è un ottimo esempio: ci si accorge subito di questo pedalando in questa magnifica zona dell'Oberland Bernese, tra Meiringen, il bellissimo lago di Brienz e le magnifiche montagne circostanti. Qui la bicicletta è di casa, e basta passeggiare per le vie di Meiringen per accorgersene: tutti usano questo mezzo di locomozione e anche le macchine si adeguano dando sempre la precedenza ai ciclisti!! Per non parlare poi della fittissima rete di ciclabili e vie escursionistiche, tutte perfettamente segnalate dai cartelli rossi che indicano direzioni, distanze, tempi di percorrenza.

Dal centro di Meiringen si seguono i pannelli rossi che indicano la direzione per  Grosse Scheidegg e Grindelwald. Si pedala subito in onesta salita in direzione di Innertchirchen, lungo la ciclabile che corre parallela alla trafficata strada principale, per circa 2 km (N.B. evitare il primo bivio sulla destra con le indicazioni Rosenlaui: vale solo per le MTB,e dopo un primo duro tratto asfaltato la strada diventa sterrata….). L'inizio della salita si trova per l’appunto dopo circa 2 km, a quota 700 mt: non ci si può sbagliare perché a terra vi sono ancora le scritte inneggianti al Tour de Suisse che è passato di qui poco tempo fa. Si pedala agevolmente, con bei panorami aperti su Meiringen, per poi entrare in un fitto bosco con pendenze decisamente elevate (attorno al 11% per circa un chilometro) e fondo molto sconnesso ( in pratica uno sterrato molto compatto che comunque non dà problemi). Troviamo un primo bivio in corrispondenza delle Reichenback Fall, le famose cascate ove il romanziere Conan Doyle ambientò la scena dell'assassinio del suo noto personaggio Scherlock Holmes.

Si prosegue, ora con pendenze più modeste, sino a Kantenbrunnen: il primo attimo di tregua attorno al km. 7 quando sbuchiamo su un pianoro verdissimo con il grande spettacolo del ghiacciaio Rosenlaui di fronte a noi ed il fiume che scorre alla nostra sinistra, impetuoso.

Al km 8,7 siamo a Rosenlaui (mt. 1328), al cospetto del bellissimo albergo omonimo che fa tanto di atmosfera "fine secolo": si continua ancora con pendenze modeste sino al piazzale di Schwarzwaldalp (km 11 - mt 1449), dove termina il tratto aperto alle macchine.

Da qui in poi possono circolare solo i bus postali, le bici, i pedoni e … le mucche (già, le famose mucche svizzere, che non sono però color lilla come la pubblicità).
Prestate bene attenzione ai bus postali: a causa della sede stradale molto stretta i ciclisti in caso di incrocio devono fermarsi e lasciarli passare, come chiaramente indicato dai numerosi cartelli. I bus si fanno sentire a grande distanza con il loro caratteristico clacson!!!

Subito ci troviamo ad affrontare un micidiale chilometro la cui pendenza media è del 12% con brevi tratti al 15%: è il punto più duro della salita, che successivamente continua con pendenze più lievi ma comunque del tutto rispettabili (sempre attorno al 8,5-9%) sino alla vetta. Inutile dire che il panorama è invitante: soprattutto colpisce il contrasto tra i verdissimi pascoli da un lato e l'asprezza delle montagne dall'altro, con i numerosi ghiacciai pensili che si intravedono tra le nuvole che purtroppo celano a tratti la vista.

La salita si conclude al km. 16,4 sul piazzale del Grosse Scheidegg (mt. 1962). Da qui si apre un bellissimo panorama verso Gridelwald, ma le nuvole purtroppo celano alla vista i magnifici tre colossi della regione (Jungfrau, Eiger e Monch).
In conclusione, una salita di tutto rispetto ma che non presenta particolari difficoltà: da gustare sino in fondo, con occhio attento a gustare uno dei panorami più affascinanti delle Alpi Svizzere. Occhio dunque alle condizioni del tempo, che qui è estremamente bizzoso....

 

 

 

 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information