Home Cicloturismo
Pass dal Fuorn (Ofen Pass) - da Glorenza PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Sabato 14 Agosto 2010 20:05

  Clicca per vedere l'altimetria

Località di partenza:
Glorenza, mt 920
Località di arrivo:
Ofen Pass, mt 2149
Distanza:
km. 28,5
Dislivello:
mt. 1229
Pendenza media:
4,3 %
Pendenza max. rilevata (riferita a tratti di 100 mt):
12 %
Stato del manto stradale:
Ottimo
Data della ricognizione:
28  agosto  2001

La salita nel dettaglio

Una ascesa lunga ma molto rilassante quella verso l'Ofen Pass: circondato com'è da due mostri sacri come lo Stelvio e l'Umbrail Pass viene ingiustamente sottovalutato dai cicloturisti di passaggio. La relativa facilità dell'ascesa, che a parte l'ultimo tratto dopo Tschierv riserva molti tratti di falsopiano, consente di gustare sino in fondo lo splendido paesaggio della Val Monastero, un vero gioiello di verde smeraldo incastonato tra le vette.

Dopo una breve visita alla cittadina medioevale di Glorenza, vero gioiello medioevale circondato da possenti mura, imbocchiamo la SS41 che si inoltra verso la Svizzera: i primi chilometri sono di falsopiano e la strada costeggia il margine estremo del parco nazionale dello Stelvio. Solo al bivio per Laudes la strada comincia a salire con decisione, con alcuni tratti all'8-9%: all'uscita dal bosco ci attendono lunghi rettilinei che consentono di ammirare le prime belle vedute verso la Val Monastero. Siamo in pieno periodo di falciatura, e l'odore pungente del fieno posto ad essiccare ci accompagna piacevolmente verso Tubre (Taufers), l'ultimo centro italiano prima della dogana italo-elvetica.
Possiamo ora tranquillamente rilassarci poichè ci attende un lungo tratto di falsopiano (circa 6,5 km): l'ideale per godere il paesaggio e per una rapida occhiata al complesso monastico di S.Giovanni a Münster, di pregevole fattura romanica. Dopo qualche breve strappetto raggiungiamo infine S.Maria (km. 14,5 mt 1375), il principale centro della vallata, con splendide case affrescate: superiamo il bivio per l'Umbrail Pass e lo Stelvio e proseguiamo affrontando un breve strappo che ci porta fuori dal paese. Ma la strada continua ancora a salire dolcemente sino a Valchava, dove il primo tornante preannuncia un primo inasprirsi delle pendenze: ci attendono due chilometri di discreto impegno (pendenze max. 7-8%) prima di un ulteriore tratto di falsopiano tra Fuldera e Tschierv: è proprio da questa località che inizia in pratica la salita vera. D'ora in poi non ci saranno più sconti e ci si dovrà concentrare sull'ascesa: la pendenza si attesta costantemente attorno al 9-10% con punte vicine al 12%. Si affrontano alcuni ripidi tornanti in un ambiente naturale molto singolare: vasti ghiaioni e letti di torrenti in secca circondano la sede stradale, mentre  la vegetazione è stranamente costituita da pinetti nani che raggiungono pochi metri d'altezza. Un ambiente aspro che contrasta notevolmente la dolcezza del paesaggio sinora attraversato:solo negli ultimi chilometri il paesaggio ritorna alpestre, con pascoli ed alberi d'alto fusto.
Raggiungiamo l'Ofen Pass dopo 28,5 chilometri di salita: splendida la vista sulla Val Monastero e, sul versante opposto, verso il Parco Nazionale dell'Alta Engadina.

 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Agosto 2010 20:25
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information