Home Cicloturismo
Weritzalp - Loetschental PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Sabato 14 Agosto 2010 20:49

  Clicca per vedere l'altimetria

Località di partenza:
Steg, mt 632
Località di arrivo:
Weritzalp mt 2099
Lunghezza:
km 21
Dislivello:
1465 mt
Pendenza media:
7%
Pendenza max. rilevata (riferita a tratti di almeno 100 mt):
15%
Stato del manto stradale:
Discreto: il tratto di strada che sale a Goppenstein è spesso invaso da detriti dopo forti piogge
Eventuali deviazioni che si possono compiere:
Ritornati sui propri passi a Wiler si prosegue per la strada principale che risale la Lotschental sino a Fafleralp
Data della ricognizione:
7 agosto 2004

La salita nel dettaglio

Era da parecchio tempo che avevo nel mirino questa salita: alcuni conoscenti mi avevano descritto le bellezze di questa vallata svizzera interamente circondata dai ghiacciai e così, unendo l'utile al dilettevole, eccomi alla scoperta di questo piccolo eden. Lo spettacolo naturale è veramente di prim'ordine, ed anche la difficoltà della salita a Weritzalp è rimarchevole: purtroppo occorre però fare i conti con il traffico automobilistico, che nella parte iniziale del percorso - sino a Goppenstein - è decisamente sostenuto: assolutamente da evitare - se possibile - i mesi clou estivi, settembre ed ottobre restano i mesi ideali per trovare la giusta pace e tranquillità che questi luoghi meritano.....

Lasciata la macchina in uno dei tanti parcheggi dei centri commerciali alla periferia di Brig-Briga, si pedala inizialmente lungo la valle del Rodano in direzione di Visp-Sierre,  su strada ampia e piuttosto trafficata (meglio partire il mattino presto). Tocchiamo dapprima  Visp (bivio per Zermatt) e quindi, giunti a Steg dopo circa una ventina di chilometri, si seguono le indicazioni per il traforo ferroviario del Lotschberg.
Si attraversa il Rodano e con percorso pianeggiante giungiamo a  Gampel (mt. 640 km 1,6)  dove si svolta a destra per iniziare la salita vera e propria. Il traffico automobilistico per il traforo è molto sostenuto, specie durante le giornate festive, ma fortunatamente è in gran parte evitabile utilizzando la vecchia strada che è stata riservata - udite udite - alle sole biciclette. Per trovarla prestate attenzione, poichè non è molto ben segnalata: dopo circa 800 metri di salita, nei pressi di un aereo tornante verso destra, si noterà appunto l'imbocco della vecchia carrozzabile che si inoltra nella valle. Ci lasciamo ben presto alle spalle il traffico per iniziare un tratto molto faticoso con pendenze costanti attorno al 9-10%: la vecchia strada si inerpica sui fianchi della montagna con lunghi traversi e qualche tornante per congiungersi poi con il nuovo tracciato, ben visibile in alto. Ci tocca sopportare circa un chilometro e mezzo di gallerie, traffico e di gas di scarico, ma tenete duro: ormai siamo a Goppenstein, la stazione di imbarco del traforo del Lotschberg-Kandersteg (km. 9,1 mt 1215). Qui si prosegue diritto, si attraversa una galleria per sbucare finalmente nella Lotschental vera e propria. Le pendenze calano vistosamente e iniziamo un tratto molto riposante che ci consente di assaporare in pieno le bellezze di questa vallata: si attraversano, nell'ordine, i paesi di Ferden (caratterizzato daun piccolo bacino lacustre), Kippel  e si raggiunge Wiler (km. 14 mt 1419), il centro più importante della vallata. Si entra in paese, si passa la stazione della funivia di Lauchernalp (ove è situato anche l'ufficio turistico), e quasi all'uscita, dove la strada si ricongiunge con la circonvallazione esterna, si prende a sinistra una strada in forte pendenza che riporta le indicazioni per Lauchernalp-Weritzalp. Poco oltre una sbarra limita la circolazione automobilistica: è l'inizio di un piccolo calvario che durerà per oltre 6 chilometri. Le pendenze si attestano costantemente attorno al 11-12%, ma l'amenità dei luoghi attraversati quasi ci fa dimenticare la fatica. Attraverseremo ampi e ben curati pascoli, tratti nel bosco di conifere, sempre con la spettacolare veduta dei ghiacciai della Lotschental (in pratica qui finisce la lingua terminale del ghiacciaio Aletsch): ad un  certo punto troveremo una diramazione ben segnalata (il ramo principale porta a Lauchernalp, stazione a monte della funivia, noi invece piegheremo a destra seguendo le chiare indicazioni per Weritzalp) e cominceremo l'ultimo tratto di salita, dove le pendenze si addolciscono lievemente. La strada asfaltata finisce improvvisamente al km 21, occorre compiere qualche centinaio di metri di strada sterrata per giungere tra le baite del piccolo alpeggio di Weritzalp (mt. 2099), magnificamente inserite nell'ambiente circostante.
In discesa occorre prestare attenzione al fondo stradale: in caso di forti piogge infatti è spesso invaso da detriti che possono creare qualche problema. Attenzione anche all'incrocio con altri veicoli -pochi per fortuna - vista la esigua larghezza della carreggiata.
Da segnalare la possibilità di raggiungere la località di Fafleralp direttamente da Weritzalp, tramite un'ottima carrareccia percorribile però soltanto in MTB.
Con la specialissima si dovrà invece ritornare a Wiler per percorrere  gli ultimi 7 chilometri che ci separano da Fafleralp: le  pendenze sono estremamente blande sino a Blatten (mt 1526), poi si deve soffrire non poco per superare l'ultimo balzo di circa un chilometro e mezzo che ci porta a Fafleralp: la strada si interrompe nei pressi di un grande parcheggio posto in magnifica posizione panoramica con la vista delle imponenti cime dello Schintorn, del Sattelhorn e dell'Aletschorn. Il piccolo centro abitato di Fafleralp si raggiunge in poche centinaia di metri seguendo la stradina asfaltata che si diparte sulla sinistra appena prima del parcheggio.

 

 


JavaScript deve essere attivo per utilizzare Google Maps.
Sembra infatti che JavaScript sia disabilitato o non supportato dal tuo browser.
Per visualizzare le Google Maps, attiva JavaScript modificando le opzioni del tuo browser e poi riprova.

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Agosto 2010 21:24
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information