Home Cicloturismo Le salite del VCO-Valsesia
Passo della Colma - da Cesara PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Mercoledì 14 Luglio 2010 12:37

  Clicca per vedere l'altimetria
Località di partenza:
Cesara, SP50 (bivio per Arola-Passo della Colma) mt. 480
Località di arrivo:
Passo della Colma, mt. 942
Lunghezza:
km. 7,9
Dislivello:
462 mt
Pendenza media:
5,9 %
Pendenza max. rilevata (riferita a tratti di almeno 100 mt):
12 % (rettifilo subito dopo Arola, prima del tornante)
Stato del manto stradale:
Discreto
Eventuali deviazioni che si possono compiere:
Dal Passo della Colma si scende sul versante valsesiano (vedi scheda specifica) sino a Varallo, quindi attraverso Quarona e Borgosesia si affronta la salita della Cremosina che consente di ritornare nuovamente sul versante cusiano
Eventuali suggerimenti per la visita:
Ad Arola si può visitare la bella chiesetta dell'Assunta, proprio in corrispondenza del tratto più impegnativo della salita, su un tornante secco.

La salita nel dettaglio

Il Passo della Colma è il valico storico che mette in comunicazione il bacino del Cusio con la Valsesia. Ampiamente frequentata da secoli, questa strada riserva al ciclista piacevoli sorprese: le pendenze sono sempre modeste, rese ancora più miti da un tratto pianeggiante di quasi un chilometro a metà salita, e la tranquillità è assoluta (il traffico è sempre modesto, quasi del tutto assente al di fuori della stagione estiva). Insomma, una salita abbordabile a portata di tutti, che può essere utilizzata dal ciclista evoluto per "fare gamba" ad inizio preparazione.

La salita inizia a Cesara, al bivio posto circa 1,5 km dopo l'abitato in direzione di Gozzano: il primo tratto sino ad Arola è di assoluto respiro, con pendenze mai superiori al 7-8%, e supera la frazione di Pianezze. Giunti ad Arola (km. 2,5 mt. 630) si affronta un breve rettilineo molto impegnativo (pendenza del 12% per circa 300 mt), proprio prima del tornante su cui sorge la bella chiesetta dell'Assunta: si continua uscendo dal paese con ottimi scorci panoramici sul Lago d'Orta, sino a raggiungere un tratto pianeggiante di circa un chilometro che   consente un ampio recupero di energie. Superato il ponte sul torrente Pellino inizia il tratto conclusivo di salita: si pedala all'ombra di rigogliosi castagneti, affrontando ampi curvoni dove l'asfalto è parecchio sconnesso e sporco, specie dopo le violenti piogge autunnali e primaverili (ricordo che questa è una zona molto piovosa..). Il valico della Colma si raggiunge dopo 7,9 km di salita, ombroso e solitario, circondato da una vegetazione rigogliosa che cela alla vista il panorama su entrambi i versanti. Nessuna possibilità di ristoro al valico (si trova acqua a Pianezze e ad Arola).
In discesa prestare attenzione alle condizioni non ottimali dell'asfalto e attenti a non farvi prendere la mano dalle forti velocità che si possono raggiungere...


JavaScript deve essere attivo per utilizzare Google Maps.
Sembra infatti che JavaScript sia disabilitato o non supportato dal tuo browser.
Per visualizzare le Google Maps, attiva JavaScript modificando le opzioni del tuo browser e poi riprova.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 14 Luglio 2010 12:41
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information