Home Le salite del VCO-Valsesia
Quarne - da Omegna PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Mercoledì 14 Luglio 2010 13:26

  Clicca per vedere l'altimetria

Località di partenza:
Cireggio (bivio su SP Omegna-Cesara) mt.323
Località di arrivo:
Quarna Sopra, mt 860
Lunghezza:
km. 7
Dislivello:
537 mt
Pendenza media:
7,7%
Pendenza max. rilevata (riferita a tratti di 500 mt):
8,5%
Stato del manto stradale:
Discreto, prestare attenzione ad alcuni tratti di strada franati in fase di rifacimento
Eventuali deviazioni che si possono compiere:
Da Quarna Sotto si può proseguire sino all'Alpe Camasca (vedi descrizione relativa)
Eventuali suggerimenti per la visita:
A Quarna Sotto si può visitare il museo degli strumenti musicali .
Da Quarna Sopra vale la pena arrivare sino al Belvedere (seguire le chiare indicazioni): si arriva in breve ad un terrazzo naturale posto a strapiombo sul Lago, da cui si gode una veduta incomparabile su Omegna, il Mottarone e l'intero bacino lacustre del Cusio.

La salita nel dettaglio

Dalla piazza centrale di Omegna ci dirigiamo verso Gozzano lungo la sponda occidentale del Cusio: dopo un  tratto in porfido inizia la facile salita di Brolo-Cesara che percorriamo nel suo primo tratto sino a Cireggio: sulla destra si stacca evidente il bivio per le Quarne (inizio rilevamento altimetrico). Alcune rampe discretamente impegnative ci portano al centro di Cireggio, che attraversiamo per dare inizio alla scalata vera e propria: numerosi i tornanti nel primo tratto, quindi seguono due lunghi rettifili a mezzacosta nella parte centrale, dove si riscontrano le pendenze più elevate: dopo il km 4 la strada affronta alcuni tornanti esposti da cui si gode un'ottima veduta sull'intero lago. Giunti a Quarna Sotto (km. 6 mt 803) le pendenze diminuiscono notevolmente: si attraversano le strette vie del borgo, si supera il museo degli strumenti musicali e con un ultimo tratto di salita si giunge a Quarna Sopra, dove è d'obbligo una passeggiata tra le caratteristiche viuzze del piccolo borgo. Folta la vegetazione - con prevalenza del castagno - lungo quasi tutta la scalata: data l'esposizione a sud anche in pieno inverno non si soffre particolarmente il freddo: le mezze stagioni, soprattutto l'autunno, sono il periodo ideale per affrontare questa salita.
La strada è recentemente franata in alcuni punti ed occorre pertanto prestare attenzione ad alcuni restringimenti della carreggiata. Nel complesso si tratta di una scalata di medio impegno che ha nella regolarità la sua caratteristica principale: ideale quindi per effettuare ripetute e/o test di valutazione della propria potenza o VAM. Se a questa salita si abbina la sua naturale appendice, ovvero la scalata dell'Alpe Camasca, le difficoltà diventano importanti: consiglio allora di salire con regolarità sino a Quarna per riservare le energie ai durissimi 4 km. finali che portano a Camasca (pendenza media 9,5% con rampe anche del 15%)!!

 

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 14 Luglio 2010 13:29
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information