Home Le salite del VCO-Valsesia
Colma di Novesso (Alpe Sacchi) - da Varallo PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Martedì 20 Luglio 2010 15:45

  Clicca per vedere l'altimetria
Località di partenza:
Varallo Sesia, bv. Camasco-Morondo mt. 458
Località di arrivo:
Colma di Novesso, fine asfalto mt. 1261
Lunghezza:
km. 12
Dislivello:
803  mt
Pendenza media:
6,7 %
Pendenza max. rilevata (riferita a tratti di almeno 100 mt):
16 %
Stato del manto stradale:
Discrete sino a Morondo: il tratto successivo presenta invece alcune imperfezioni (buche e rattoppi) peraltro facimente evitabili: attenzione alle foglie che nel periodo autunnale rendono viscido l'asfalto in caso di pioggia
Eventuali deviazioni che si possono compiere:
Dal bivio per Morondo al km. 3,3 proseguendo diritto si raggiunge in facile ascesa il centro di Camasco, a 756 metri di quota (2,7 km al 4,6%). Qui una strada sterrata (necessaria dunque la MTB) si ricongiunge con la strada dell'Alpe Sacchi al km. 6,4 poco oltre la chiesa della Madonna delle Pecore.
oppure si prosegue verso la strada consortile del Ranghetto- recentemente asfaltata -  che porta all'omonimo colle
Da segnalare inoltre la possibilità di scendere verso i laghetti di Nonio in MTB con una splendida discesa nella faggeta (clicca qui)
Eventuali suggerimenti per la visita:
Varallo Sesia è città ricca di testimonianze artistiche di rilievo, prima fra tutti l'imponente complesso del Sacro Monte che domina dall'alto la città ed è raggiungibile anche in bici (al bv. in località Crosa prendere a sinistra: in forte pendenza si raggiunge in poco più di un chilometro)
Data della ricognizione:
2 novembre 2002

La salita nel dettaglio

Bella ed impegnativa l'escursione che vi vado a proporre: siamo in Valsesia, più precisamente sulle montagne che fanno da spartiacque con il bacino del Cusio. Grandiosa la veduta che si gode dall'Alpe Sacchi verso il Lago d'Orta, se si capita in una di quelle frizzanti giornate settembrine con il cielo terso lo spettacolo è assicurato… Ma guadagnare tanto paradiso richiede sudore, poiché l'ascesa non lascia spazio all'improvvisazione....

Si parte da Varallo Sesia, località turistica conosciutissima per il celeberrimo Sacro Monte, che vale senz'altro una visita, magari al ritorno. Arrivando da Borgosesia e Roccapietra, alle porte di Varallo (mt. 455) in prossimità del Centro di Soggiorno Villa Serena si seguono le indicazioni per Camasco-Morondo. La strada inizia a salire  dolcemente, giungendo in località Crosa dove lasciamo sulla sinistra  il bivio per il Sacro Monte per proseguendo nel   bosco sino al km 3,3 dove troviamo il bivio per Morondo (mt.631).
Si prende a destra e inizia così la parte più difficile dell'ascesa: ci aspettano infatti quasi 5 km al 10,3% di pendenza media !! La strada diviene più esposta al sole e dopo aver superato un caratteristico ponte raggiunge al km 5 la piazza centrale di Morondo (mt. 802) con la sua bella chiesa. Dopo un breve tratto  rilassante proseguiamo nuovamente in salita sino al km 6, dove troviamo una bella area attrezzata molto frequentata dai gitanti a lato della chiesetta della Madonna delle Pecore (mt. 883)
Inizia qui il tratto sicuramente più impegnativo dell'ascesa:superiamo il bar ristorante "La Pineta" e ci addentriamo in una fitta pineta con pendenze   costantemente al di sopra del 12%. Un bivio sterrato al km. 6,4 ci porterebbe a Camasco, ma noi proseguiamo sull'asfalto ed entriamo in una splendida faggeta. Le pendenze non accennano a diminuire e con una terribile rampa di 600 metri al 15% giungiamo ad un primo scollinamento al km. 8,1 -mt. 1133 nei pressi della cappelletta votiva De Fabiani (indicazioni per la vetta del Monte Quarone, che si raggiunge su sterrato).
La salita si potrebbe considerare conclusa qui: infatti ci aspettano  4 km di falsopiano inframmezzati da brevi rampe: la strada, molto stretta e dal manto alquanto sconnesso, si snoda a mezzacosta in una fittissima vegetazione, il silenzio e la tranquillità del luogo ci consentono di ritemprarci delle fatiche sin qui fatte. Al km 10,4 troviamo il bivio sulla destra per Arola (interessante deviazione per i cultori della MTB, vedi qui). Sino a pochi anni fa l'asfalto terminava qui: ora invece dopo un breve tratto sterrato (100 metri) ritroviamo un ottimo manto stradale appena rifatto: il panorama si fa grandioso, e la strada, in discesa, aggira le pendici prative del M. Novesso sino al bivio per l'Alpe Previano (km. 11,5 mt 1220), che scorgiamo sotto di noi in splendida posizione panoramica. Con un ultimo tratto impegnativo di 500 mt in salita  guadagniamo la costa della montagna: siamo alla Colma di Novesso  a 1261 mt. dove finisce l'asfalto. Assolutamente d'obbligo una sosta per ammirare da un lato i dolci rilievi valsesiani del M. Quarone e del M.Vesso, ricoperti da una fittissima vegetazione e dall'altro lo specchio lacustre del Cusio con bella vista sulla penisola di Orta. L'Alpe Sacchi (mt. 1250) si raggiunge in agevole discesa dopo un chilometro di ottima strada forestale: il caseggiato dell'Alpe non è entusiasmante (uno si aspetta un bell'agglomerato di baite caratteristiche e invece si trova davanti un anonimo casermone col tetto in lamiera.…), ma la posizione è eccellente: proprio sotto di noi intravediamo Omegna e le Quarne, tutt'attorno ci circondano prati verdissimi.Dopo tanta fatica una sosta gastronomica è quasi di rigore, vi segnalo quindi che l'Alpe Sacchi è un ottimo centro agrituristico ove si possono gustare le specialità locali (da non perdere i formaggi tipici valsesiani) … attenti a non esagerare però!!

Per informazioni e prenotazioni: Alpe Sacchi- Fam. Costa Tel. 0163-52796 oppure 369-3724943

 


JavaScript deve essere attivo per utilizzare Google Maps.
Sembra infatti che JavaScript sia disabilitato o non supportato dal tuo browser.
Per visualizzare le Google Maps, attiva JavaScript modificando le opzioni del tuo browser e poi riprova.

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Maggio 2011 10:57
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information