Home Cicloturismo Le salite del VCO-Valsesia
Alpe di Mera - da Scopello PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Martedì 20 Luglio 2010 17:03

  Clicca per vedere l'altimetria

Località di partenza:
Scopello mt 663 (bv.per Alpe di Mera  dopo il ponte sul fiume Sesia)
Località di arrivo:
Alpe di Mera mt. 1533 (parcheggio a fine asfalto-100 mt prima dell'arrivo della seggiovia))
Lunghezza:
km. 9,8
Dislivello in salita:
mt. 870
Pendenza media:
8,8 %
Pendenza max. rilevata (riferita a tratti di 500 mt):
12 %
Stato del manto stradale:
Sino all'alpe Trogo(km. 7,5) asfalto in condizioni precarie, molto sconnesso. Perfetto invece il tratto finale, appena posato (autunno 2005).
Eventuali deviazioni che si possono compiere:
Da Scopello risalendo la Valle Grande in direzione di Alagna per pochi chilometri si giunge a Piode dove si può affrontare la salita quasi "gemella" all'Alpe Meggiana
Data ricognizione
27 maggio 2006

La salita nel dettaglio

L'asfalto avanza, inesorabile: ed è arrivato anche all'alpe di Mera, nota località sciistica valsesiana raggiungibile sino a pochi anni fa solo con la seggiovia che parte dal fondovalle di Scopello. A fine anni '80 cominciarono i lavori per la strada, che sino all'anno scorso terminava all'Alpe Trogo, nei pressi di un grande parcheggio dal quale si potevano poi raggiungere d'inverno gli impianti di risalita. Negli ultimi anni la svolta: un ambizioso piano di rilancio della stazione prevede il rifacimento di gran parte degli impianti e il completamento della strada sino all'Alpe, che è avvenuto nell'autunno del 2005. Eccoci dunque a pedalare su una bella salita, dalle pendenze non banali in un crescendo di difficoltà. Ancora pochi sanno del completamento della strada, per cui il traffico è pressochè nullo: ma affrettatevi, non sarà così per molto....

Partiamo dunque da Scopello: dalla piazza principale (Municipio) si seguono le indicazioni per la seggiovia, attraversando il ponte sulla Sesia e deviando subito dopo a sinistra (cartelli indicatori per l'Alpe di Mera-Trogo). Appena duecento metri e sulla destra comincia la salita: i primi tre chilometri sono abbastanza agevoli, con pendenze sempre attorno al 7-8%. La sede stradale è ampia, ma l'asfalto è piuttosto malconcio e sconnesso: ben pochi i motivi di interesse paesaggistico, si pedala in assoluta solitudine risalendo le pendici della montagna con lunghi traversi: scarsa l'ombra, il bosco di latifoglie ai margini  è piuttosto rado e il caldo può essere opprimente nelle ore centrali delle giornate estive. Le pendenze aumentano progressivamente con il passare dei chilometri: in particolare dopo il km 5 (ripetitore RAI nei pressi di un tornante) ci troviamo ad affrontare tratti molto impegnativi con pendenze superiori al 10%: nei pressi dei pochi tornanti ora ammiriamo  begli scorci sul fondovalle. Molto duro il tratto compreso tra il km 6,5 e il km 7,5 dove la pendenza media è del 12%
Al km 7,5 (dove precedentemente finiva la strada, presso il parcheggio dell'Alpe Trogo) inizia il nuovo tratto di asfalto, completato nell'autunno del 2005: poco dopo (km 7,7) sulla sinistra si stacca il bivio sterrato per la Bocchetta della Boscarola (porta di accesso alla Val Sessera). Il nuovo tratto di strada è stato ricavato facendo scempio di un bel bosco di conifere e si mantiene sul versante est del Monte Camparient, presentando  pendenze un pochino più contenute: ora gli scorci sul Monte Rosa, che domina la Val Grande del Sesia, sono veramente imponenti. Con un ultima dura rampa superiore al 10% raggiungiamo il termine dell'asfalto, in corrispondenza di una orribile costruzione adibita ad autorimessa per i mezzi battineve: proseguendo per 100 metri pianeggianti sterrati si raggiunge la stazione di arrivo della seggiovia che risale da Scopello: si prosegue ancora per qualche centinaio di metri arrivando in prossimità del Bar Mario (punto di ristoro) e delle strutture ricettive dell'Alpe. Sotto di noi la bella chiesetta della Madonna di Mera e l'ampio pianoro solcato dagli impianti di risalita. Un utile pannello indicatore ci aiuta a riconoscere la corona di montagne che cingono l'Alpe di Mera: protagonista assoluto sua maestà il Rosa....

In discesa occorre prestare la dovuta attenzione a causa delle pessime condizioni dell'asfalto. Il traffico è molto scarso, almeno sino a quando non si sarà sparsa la voce che la salita è stata completamente asfaltata...

 

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Luglio 2010 08:03
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information