Home Le salite del VCO-Valsesia
Il Colle- da Cannero-Trarego PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Giovedì 22 Luglio 2010 14:33

  Clicca per vedere l'altimetria
Località di partenza:
Cannero Riviera, al bivio della SP per Trarego-Viggione
Località di arrivo:
Piazzale Località Il Colle mt 1200
Lunghezza:
km. 16,5
Dislivello in salita:
Primo troncone: 910 mt
Secondo troncone: 230 mt
Pendenza media:
Primo troncone 10,4 km al  8,8%
Secondo troncone 4,6 km al  7,7%
Pendenza max. rilevata (riferita a tratti di 500 mt):
10 %
Stato del manto stradale (autunno 2005):
Buono: è stato recentemente asfaltato anche l'ultimo tratto di sterrato (1 km) prima della località Colle
Eventuali deviazioni che si possono compiere:
Dalla località Il Colle si raggiunge Piancavallo e l'Alpe Segletta per poi ridiscendere verso Verbania via Aurano o Premeno
Eventuali suggerimenti per la visita:
Località di eccezionale valore paesaggistico con scorci panoramici ineguagliabili sull'Alto Verbano: da Il Colle prosegue la vecchia strada sterrata militare che costeggia il Monte Spalavera sino a giungere al Passo Folungo e all'Agriturismo Alpe Archia, dove si possono gustare i piatti più tipici della tradizione contadina verbanese.

La salita nel dettaglio

Chissà se il Generale Cadorna ha pensato a noi ciclisti quando ha progettato questa strada militare che doveva servire quale appoggio alle fortificazioni fatte erigere a difesa della patria dall'invasore teutonico!! Fatto sta che ci troviamo di fronte ad una delle salite più arcigne dell'intero VCO, da affrontare con una adeguata preparazione fisica poichè le pendenze sono rilevanti per tutto il suo sviluppo.
Andiamo con ordine: consiglio di partire da Intra per effettuare un adeguato riscaldamento, seguendo la statale 34 che costeggia il lago in direzione di Cannobio, punto di confine con la Svizzera. Si attraversano nell'ordine Ghiffa ed Oggebbio sino ad arrivare dopo circa 13 km a Cannero Riviera (rinomato centro di villeggiatura, tra i più belli dell'intero Lago Maggiore) : prestare attenzione all'attraversamento dell'abitato, poichè il bivio  per Trarego-Viggiona(sulla sinistra provenendo da Intra) non è molto visibile. La strada si impenna subito crudelmente costringendoci  ad un rapporto molto agile (consiglio caldamente un 39x23 o 26): i primi 4,5 km sono durissimi e non vi è un attimo di tregua. Come se non bastasse, la strada è completamente esposta al sole (quindi da evitare accuratamente le ore centrali delle giornate estive...): la carreggiata, dapprima molto stretta, si allarga progressivamente con  un ottimo fondo: non molto numerosi i tornanti, ad aumentare le difficoltà...
Al km 4,7  lasciamo sulla destra il bivio per Viggiona, nei pressi di un ampio tornante: da qui sino a Cheglio (km 6,3) la pendenza si riduce grazie alla presenza di due brevi tratti in falsopiano che ci consentono di recuperare un po' di energie: all'ingresso di  Cheglio si prende un evidente bivio sulla destra con le indicazioni Colle-Piancavallo
La carreggiata da qui in poi ricalca la già nominata Linea Cadorna e si immerge in un fitto bosco di faggi, arrampicandosi con stretti tornantini: le pendenze tornano ad essere a due cifre, ma l'ombra del bosco ci dà un po' di sollievo. Al km 8,5 si esce definitivamente allo scoperto e si prosegue a mezzacosta in un tratto di rada vegetazione: i panorami sul lago, lontanissimo in basso, sono a dir poco entusiasmanti, per chi riesce a goderseli. Infatti dopo un breve tratto pianeggiante la strada si inerpica nuovamente attorno al 10% sino al punto di massimo scollinamento (mt. 1150) a ridosso delle pendici del M.Pian Bello.
Ci aspetta ora una breve ma vertiginosa discesa di 1,6 km che ci porta nei pressi del Passo della Piazza (valico che permette di accedere alla Val Cannobina, ma non praticabile con la specialissima). Non distante dalla strada la bella chiesa di S.Eurosia, nascosta in una radura circondata dal bosco.
Da qui ritorniamo a salire con pendenze modeste (attorno al 7-8%) attorno alle pendici del M. Spalavera. Infine, dopo 16,5 km, arriviamo al piazzale de Il Colle (fontana e punto di ristoro).
L'itinerario si conclude in pratica qui, ma ad onore di cronaca va detto che prima di raggiungere l'Alpe Segletta ed il Piancavallo occorre percorrere altri 1,5 km di lieve salita, con ampi panorami sulla Val Grande. Consiglio di fare ritorno ad Intra via Premeno-Arizzano poichè la strada verso Aurano e Cambiasca è piuttosto sconnessa e pericolosa... 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Luglio 2010 14:39
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information