Home
MTB - Intorno alla Becca di France PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Domenica 29 Maggio 2011 16:59

Valsessera - Ponte della Babbiera

Località di partenza e arrivo:
Sarre - loc Caillod mt 1207
Lunghezza:
km. 29
Dislivello in salita:
mt. 1200 ca
Quota max:
mt. 2261 (alpeggio Tsa della Comba)
Durata:
5 h ca
Avvertenze:
Cartografia:
Istituto Geografico Centrale -  fgl. 4 - Massiccio del Monte Bianco - 1:50.000
Riferimenti Bibliografici:
M.Giglio- In valle d'Aosta con la mountain bike - CDA edizioni
Scarica la traccia GPS

Davanti ad una cartina della Valle d'Aosta avevo diversi buchi neri, evidenziati dal pennarello con la scritta "to do..": sì, perchè solitamente si va nelle valli più conosciute (Ayas,Cogne,Valtournenche), attratti dalla presenza di cime incombenti e vertiginose di fama mondiale. Però io sono curioso..... e il motto "bisogna andare a vedere" è sempre stato uno dei miei punti fermi: a volte si ritorna a casa con le pive nel sacco, a volte, come oggi, con un bel sorriso stampato in fronte. Già, perchè  il tour attorno alla Becca di France, nella valle centrale sopra Sarre, è stato molto ma molto bello.....

Siamo dunque nella cosiddetta "Valle Centrale", ovvero quel territorio valdostano posto sopra ad Aosta nei comuni di Sarre e Saint Pierre:

L'itinerario seguito è molto ben descritto da M.Giglio nel suo prezioso volume di itinerari "in Valle d'Aosta con la Mountain Bike": la Becca di France ne è il filo conduttore, modesta elevazione  (appena 2300 mt) di scarso o nullo interesse alpinistico, ma di grande valore paesaggistico e storico. Già, perchè il versante est di questa montagna è stato interessato da una imponente frana che nella prima metà del '600 ha travolto il villaggio di Thouraz, uccidendone oltre 600 abitanti. E' la più grande catastrofe naturale mai verificatasi in Valle, ed ancora oggi il versante franato è ben visibile, lasciando immaginare le proporzioni di questa catastrofe del passato.
Il nostro itinerario prende avvio dalla frazione di Caillod, sopra Sarre, nei pressi dell "hotel Ristorante dei Salassi". Si procede su asfalto in direzione est, verso Gignod, lungo la SR41 dei Salassi: ad un bivio la si abbandona proseguendo a sinistra verso Thouraz, lungo una tranquilla stradina asfaltata che attraversa prati e boschi con grandiosa vista sulla Grivola ed il suo versante nord, veramente imponente. Dopo circa 5 chilometri dalla partenza siamo a Thouraz mt 1617, dove inizia l'interpoderale sterrata che serve gli alpeggi in quota: è un piacere pedalare in questo ambiente così tranquillo e rilassante, ed anche le  pendenze sono sempre moderate. Si passano in successione diversi alpeggi ben curati (Moron,La Comba,Frumiere,Morgnoz) prestando cura a rimanere sempre sul tracciato principale della poderale, che con un ultimo ripido tratto al di sotto della bastionata del Mont Fallère termina nei pressi dell'alpeggio di Tsa de la Comba 2261 mt.
Ora si deve seguire a naso una esile traccia erbosa che valica lo spartiacque del vallone per immettersi, dopo un breve tratto ripido e non ciclabile, su uno splendido e scorrevole single treck (segnavia 10 e 11a) che attraversa radure e fitti boschi di conifere. Il fondo è stupendo, un vero piacere pedalare in queste condizioni! E' un susseguirsi di emozioni e di scorci sul vallone di Vetan, sulla valle centrale e lontane in fondo le vette della Valsavarenche, con la Grivola - sempre lei - gran protagonista. Un ultimo tratto un po' più tecnico porta alle case semidiroccate di Combellin. Qui in breve si raggiunge la strada dei Salassi per tornare a Sarre, oppure si può proseguire in direzione di Verrogne su sterrato, in lieve salita, seguendo il tracciato a fianco dell'acquedotto: nulla di entusiasmante, serve solo a fare qualche chilometro in più. A Verrogne si riprende l'asfalto per qualche chilometro, sino alla frazione di Bellon, dove si abbandona nuovamente l'asfalto per risalire una interpoderale che si addentra nel vallone in un fitto bosco con pendenze  moderate, sino ad incrociare sulla destra un nuovo tracciato forestale di recente realizzazione, che preso in direzione di discesa corre a fianco del torrente e porta nei pressi dell'area attrezzata a picnic del comune di Sarre. Resistendo ai vapori di braciole e salamini alla griglia in breve si ritorna alla frazione di Caillod dove si conclude questo bell'itinerario.

NB - A mio parere sia la deviazione verso Verrogne che quella di Bellon non aggiungono nulla alla bellezza dell'itinerario, per cui se lo volete ripetere una volta terminata la fantastica discesa a Combellin si può tranquillamente rientrare a Sarre seguendo la SR dei Salassi...

Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Maggio 2011 13:51
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information