Home
MTB: Monte Todun-Km verticale PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Domenica 22 Gennaio 2012 18:59

Monte Todun

Località di partenza e arrivo:
Verbania Trobaso - mt 250
Lunghezza:
km. 24 ca
Dislivello in salita:
mt. 1130 ca
Quota max:
mt. 1298
Durata:
4h ca
Avvertenze:

Cartografia:
CNS fgl 285 - Domodossola 1:50.000 
Riferimenti Bibliografici:
Mtb-Forum-sezione Itinerari
Scarica la traccia GPS

Capitano cose strane in questo non inverno: ad esempio succede che a gennaio, mese notoriamente propenso alle pratiche scivolatorie, ci si trovi a sudare in maglietta a 1000 metri di quota arrancando in salita con la propria mountain bike.....

Il Km verticale è il filo conduttore della gita odierna: trattasi - come da chiara definizione - di seguire un sentiero che sale per 1000 metri di dislivello. Siamo nell'entroterra verbanese, e nello specifico il sentiero è quello che da Cossogno sale alla cima del Monte Todun: facile immaginare che in bici non sia proprio una passeggiata, e difatti noi lo percorriamo in senso inverso (che avevate capito?.....). Rimane il fatto che per scendere bisogna prima salire, ed i fatidici 1000 metri vanno comunque conquistati: così in tarda mattinata eccomi a pedalare con grande parsimonia sui placidi tornanti della strada per la Valle Intrasca. Bisogna salire a Miazzina (e sin qui l'impegno è minimo) e successivamente all'alpe Pala e alla Cappella Finà: salita a me ben nota (potete trovare qui su questo stesso sito la relazione) e decisamente complicata nella sua parte conclusiva, dove le pendenze sono costantemente superiori al 10%. Sin troppo facile immaginare quanta fatica si faccia, soprattutto in questo periodo di scarso allenamento alla bici.....
Con la dovuta calma (tradotto in termini pratici: quasi due ore di tempo, uno scandalo....) raggiungo la Cappella Finà, termine dell'asfalto: segnalo l'obbligo di una doverosa visita ed omaggio  al memoriale degli alpini, posto in incredibile posizione panoramica...
Dall'ampio piazzale di Cappella Finà, ingombro di auto (qualche ignaro escursionista si è persino portato a spasso le ciaspole, senza che vi fosse la benchè minima ombra di neve...), seguo il cartello segnaletico per Motta d'Aurelio.Una splendida strada forestale con pendenze minime aggira le pendici del Pizzo Pernice per portarsi verso la Colma di Cossogno e le propaggini meridionali del Todun, ed è un vero piacere pedalare in quest'ambiente del tutto riposante.
Quando si trovano le indicazioni del km verticale le  fatiche sono quasi terminate. Non contento però decido di lasciare la bici e percorrere a piedi l'ultimo tratto di sentiero verso la vetta del Todun: pochi minuti e sono in cima, splendido balcone panoramico verso i laghi e le montagne valgrandine. Il vento impetuoso mi induce ad una rapida discesa sino al punto in cui avevo abbandonato la bici: qui mi concedo una doverosa sosta prima di iniziare la discesa del km verticale...
Il primo tratto di sentiero è anche il più ostico: le  pendenze ed il fondo dissestato consigliano prudenza ed in più punti scendo cautamente a piedi. Poi le cose migliorano decisamente ed inizia un tratto assolutamente godurioso e ben pedalabile: il sentiero alterna tratti boschivi ad ampie e ben curate radure ove antichi alpeggi sono ancora in buono stato di conservazione. In particolare degno di nota è il bellissimo agglomerato di Rugno. La discesa prosegue ora tralasciando le indicazioni del km verticale per spostarsi in direzione di Ungiasca, dove il divertimento consiste nel percorrere in sella le ripide scalinate tra gli stretti vicoletti delle case addossate tra di loro. Si percorre un breve tratto della strada asfaltata che da Ungiasca corre in falsopiano verso Miazzina per deviare poi nuovamente su un bel single trail, piuttosto imboscato a dire il vero, che consente di raggiungere Cambiasca senza percorrere un metro d'asfalto, a conclusione di una discesa certamente non facile ma dal sicuro fascino. Giornata ben spesa, rubata ad un inverno latitante che ormai credo non possa più dire molto: la bici è pronta per altre sortite, il taccuino delle gite è ricco di idee .....

Volete farvi un'idea sulla discesa? Eccovi un bellissimo video girato "on board camera"  da Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ,  fortissimo biker locale: impressionante la sua capacità di guida soprattutto nel difficile tratto iniziale (che io ho fatto a piedi...). Alessandro gestisce la Scuola MTB Lago Maggiore che organizza corsi ed escursioni in zona: non esitate a contattarlo!

Dim lights


JavaScript deve essere attivo per utilizzare Google Maps.
Sembra infatti che JavaScript sia disabilitato o non supportato dal tuo browser.
Per visualizzare le Google Maps, attiva JavaScript modificando le opzioni del tuo browser e poi riprova.

Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Gennaio 2012 22:35
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information