Home
MTB: Quarna-Monte Mazzoccone PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Sabato 01 Giugno 2013 16:54

Monte Mazzoccone

Località di partenza e arrivo:
Omegna- mt 301
Lunghezza:
km. 32 ca
Dislivello in salita:
mt. 1220 ca
Quota max:
mt. 1424
Durata:
4h 30min ca
Cartografia:
IGC fgl 10-Monte Rosa,Alagna e Macugnaga, 1:50.000
Riferimenti Bibliografici:

Scarica la traccia GPS

Le verdi montagne alle spalle di Omegna sono un fertile terreno di caccia, ci torno sempre volentieri ed ogni volta scopro qualche cosa di nuovo. Così oggi eccomi in vetta al Monte Mazzoccone, con un bellissimo e in buona parte pedalabile percorso in cresta ...

Dopo un mese di maggio che sarà ricordato certamente come uno dei peggiori per i cultori delle discipline outdoor, finalmente giugno comincia con una bella giornata! I tanti progetti scalpitano, ma in quota non si può ancora salire per la troppa neve e bisogna giocoforza calcare quote più modeste. Inizio subito col dire che se avete fretta e se L'asfalto vi è indigesto potete partite direttamente da Quarna Sotto per ripercorrere questo itinerario: però così vi perdereste la bella discesa lungo la mulattiera che dal laghetto di Quarna scende alla centrale idroelettrica e poi ai laghetti di Nonio, per cui siete avvisati...
Proprio questa era la mia missione odierna, per cui senza farmi intimorire dai 6 km asfaltati per raggiungere Quarna eccomi pronto a partire dalla stazione di Omegna, con le gomme ben gonfie per soffrire un po' di meno sull'odiato bitume... L'onesta salita a Quarna (leggi qui...) scorre via veloce sotto i ruotoni da 29", non abbastanza però da evitare di essere   "sverniciato" da un gruppo di stradisti, che manco mi degnano di uno sguardo: come sono cambiati i tempi in cui tra ciclisti il saluto era d'obbligo!!!
Al centro di Quarna Sotto, districandosi tra le strette viuzze, si deve raggiungere sulla sinistra in discesa la bella chiesa del Saliente, dove troviamo i segnavia CAI per le varie mete escursionistiche: si segue sempre la strada principale, inizialmente asfaltata, che dopo un tratto di discesa incrocia una condotta d'acqua ed inizia a poi a risalire con decisione nel fitto bosco diventando finalmente sterrata. Si superano gli alpeggi di Scopello e Ca' dla Luna e, immersi in uno splendido faggeto, si sbuca infine sull'asfalto alle prime case dell'Alpe Camasca mt 1230, dove le intenzioni iniziali erano di  imboccare il marcato  sentiero per l'Alpe Ruschini e Quarna Sopra. Ma il Monte Mazzoccone è lì che mi guarda, invitante... Sono salito tante volte a piedi, mai in bici... Come resistere alla tentazione? Semplice, cedendovi... E così comincia il fuori programma della giornata: dopo una doverosa sosta alla bella Cappelletta Alpina si giunge alla fine della strada asfaltata e si imbocca l'interpoderale che risale verso la Bocchetta di Foglia ed il Monte Croce, una delle mete più frequentate della zona e già da me risalito in svariate occasioni (leggi qui..). Senza grossi sforzi si arriva alla Bocchetta di Stobj mt 1265, che segna l'attacco della cresta per il Mazzoccone: bene, si prova a salire, in fin dei conti che saranno mai 180 metri di dislivello? E in effetti il primo tratto è inesorabilmente a spinta... Ma ecco che magicamente il sentiero si fa più dolce e lineare, e consente di pedalare abbastanza agevolmente: siamo in una splendida faggeta, interessata da ampi lavori boschivi, e dopo aver percorso una bella radura si sale ora più faticosamente verso la vetta. Dopo aver raggiunto la Bocchetta della Luera mt 1310 ed un successivo  bivio per Camasca la salita si fa più decisa, ma ancora a tratti si riesce a pedalare, salvo l'ultimo ripido strappo che si fa inesorabilmente a piedi. Si sbuca infine sull'ampia spianata di vetta del Monte Mazzoccone mt 1424 e subito si rimane colpiti dallo splendido panorama che ci viene offerto: l'intero lago d'Orta è ai nostri piedi! La vetta è caratterizzata dalla grossa statua di un'aquila bronzea poggiata su un grandioso basamento, ben visibile anche dal fondovalle (tanto che la cima è comunemente chiamata dai locali "L'Aquila").
Se a salire abbiamo faticato meno del previsto, la discesa si preannuncia goduriosa: previsioni rispettate! Si ripercorre in sella il ripido tratto sino al primo bivio dove seguiamo per Camasca entrando ben presto in una folta pineta purtroppo in parte devastata da un incendio: il sentiero è splendido e scorrevole e in breve riporta a Camasca all'incrocio dei vari sentieri. Seguendo le chiare frecce segnaletiche gialle si scende velocemente su un ampio sterrato/sentiero che giunge all'Alpe Ruschini: è un percorso ben noto, che normalmente si segue fino a Quarna Sopra, ma oggi le sorprese non sono finite... Altre volte, una volta giunto all'Alpe Ruschini, avevo notato delle frecce invitanti che segnalavano il sentiero per Quarna Sotto, così oggi eccomi deciso a provarlo. Anche qui si tratta di un bellissimo e filante trail immerso nella pineta (viene chiamato "Sentiero Casanova") che sbuca, dopo aver toccato un ripetitore per la telefonia, sulla strada asfaltata di Camasca, poco sopra Quarna. Ma rimane ancora la missione iniziale da compiere: una velocissima picchiata su asfalto sino alle porte di Quarna, dove nei pressi del tornante al km 5 della provinciale bisogna seguire le indicazioni sulla destra per il laghetto di pesca sportiva che in breve si raggiunge. Si costeggia il piccolo bacino dal lato opposto alla baracca dei pescatori per imboccare la vecchia mulattiera per Nonio, che scende ripidissima il fianco della montagna. Non è particolarmente difficile, è solo un po' scassata e con la mia front alla fine la fatica si fa sentire. Si giunge con i dischi incandescenti nei pressi della centrale idroelettrica Enel: si supera su un ponticello in ferro l'impetuoso torrente e seguendo in piano il canale di derivazione della centrale si sbuca nei pressi dei laghetti di Nonio. Con un ultimo tratto nel bosco si giunge ad Omegna nei pressi di Ponte Bria, alla fine di una giornata ricca di piacevoli sorprese.....

 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 08 Giugno 2013 16:36
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information