Home
MTB:Rive Rosse-Anello XC di Cime Bonde PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Domenica 08 Dicembre 2013 21:51

Rive Rosse-Anello di Cime Bonde

Località di partenza e arrivo:
Roasio- mt 278
Lunghezza:
km. 25 ca
Dislivello in salita:
mt. 870 ca
Quota max:
mt. 672
Durata:
3h
Cartografia:
Carta Sentieri del Biellese Sud-Orientale-Prov.Biella 1:25.000
Riferimenti Bibliografici:
http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/6838
(un doveroso ringraziamento all'autore dell'itinerario)

Scarica la traccia GPS

Mitiche Rive Rosse: in inverno Eldorado per centinaia di biker che vengono a svernare sui sentieri di queste aspre e suggestive colline che sembrano disegnate apposta per la mountain bike. Siamo a dicembre, la stagione dello sci, partita bene, è già ferma al palo, con condizioni che in questi ultimi giorni stanno peggiorando e con  previsioni meteo che non lasciano presagire nulla di buono. Ed allora si torna a pedalare: le Rive Rosse, se non ci fossero bisognerebbe inventarle.....

Due mesi lontano dalla bici: l'ultima gita al Lac Miserin datava 29 settembre. Un periodo di stacco era doveroso e fisiologico, anche per dedicarsi ad altre attività alternative (la corsa, l'escursionismo) che avevo completamente abbandonato nei mesi estivi: e poi c'era lei, quella maledetta epitrocleite che mi tormentava da parecchio tempo e che per regredire richiedeva  un lungo periodo di riposo, consigliatomi dal fisioterapista...
Ma alla fine non ho resistito, e grazie anche alla complicità di Babbo Natale - che con largo anticipo mi ha fatto visita - oggi eccomi pronto ad inforcare la Scalpel 29, la mia nuova arma XC per le future stagioni.
In questo periodo invernale  le alternative per pedalare non sono molte: o si va in Liguria oppure.... alle Rive Rosse! Basta passare dalla piazza di Brusnengo per rendersi conto di quanto sia gettonato e popolare questo fantastico territorio, a due passi da casa, che offre una varietà infinita di percorsi medio-collinari dal fondo perfettamente drenante ed asciutto....
La gita di oggi doveva essere abbastanza tranquilla e non troppo esigente dal punto di vista tecnico: cercando in rete e sul forum marrone si trovano una infinità di tracce GPS nella  zona delle RR, una tra le tante però mi incuriosiva, ed è quella che seguirò: un po' defilata dal classico anello delle Rive Rosse, e maggiormente vocata al cross country.
Partenza dunque da Roasio, anziché dalla solita Brusnengo, e risalita iniziale da San Giorgio alla zona dei salti (che di solito si percorre in discesa...) per poi planare con il ripidissimo e scavatissimo  trail sulla diga di Ravasanella (è questa in  pratica l'unica difficoltà tecnica del percorso). Da qui si aggancia il percorso classico che risale quello che io chiamo "il canyon" (sembra di essere  a Sonora o in qualunque zona del New Mexico..) e si giunge dopo un bellissimo tratto boschivo sull'asfalto che collega San Nicolao alle frazione alte di Curino Santa Maria: Olzero e Colmo. La novità del percorso è proprio questa, si risale sino a Colmo per imboccare poi il tagliafuoco M44 che corre in cresta sulle colline descrivendo un ampio semicerchio in senso orario: come in  tutte le creste, un po' si scende e un po' si sale (e un po' si spinge quando si incontra qualche rampa velenosa...), sempre attorniati dallo splendido e selvaggio panorama delle Rive Rosse. Si transita per le Cime Bonde, sopra Sostegno,  prima di scendere con decisione verso Asei, qualche tratto è particolarmente scavato dalle piogge e richiede di moderare la velocità. Ancora un po' di saliscendi su terreno boschivo (un po' fangoso) e si giunge infine a Castelletto Villa dove si chiude l'anello scendendo sulla provinciale che collega Roasio a Sostegno.

Un bel giro, forse fin troppo duro dal punto di vista fisico per questo periodo dell'anno: la Scalpel è una gran bici, un vero cavallo di razza sin troppo nervoso e che devo ancora capire come domare al meglio. In salita è eccezionale, leggerissima, ed in discesa - con i dovuti distinguo - non sfigura nei confronti della Jekill, almeno su questi terreni non troppo tecnici, grazie all Lefty, una forcella veramente fantastica, provare per credere!

DSC00580
DSC00580
DSC00597
Ultimo aggiornamento Martedì 25 Febbraio 2014 13:47
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information