Home Escursionismo Monte Emilius - da Pila
Escursionismo: Monte Emilius - Pila PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Domenica 22 Luglio 2012 21:11

Monte Emilius

Località partenza: Pila - stazione monte seggiovia Chamolè
Quota di partenza (m.): 2329
Quota vetta (m.): 3557
Dislivello complessivo (m.): 1558
Sviluppo: 17,4 km a/r
Difficoltà: EE/A
Cartografia: IGC fgl.3 - Parco Nazionale Gran Paradiso - sc 1:50.000
Rif.bibliografici:

Scarica la traccia GPS

Quattro ore, e una manciata di minuti. Dura così la nostra corsa contro il tempo per guadagnare la cima del Monte Emilius: una bella cavalcata per conquistare un posto in prima fila e godere di uno spettacolo straordinario, tutte le cime valdostane sembrano lì a portata di mano....

Emilius in giornata? Qualcuno reclina l'invito, ma noi non ci lasciamo intimidire dalla corsa contro il tempo che ci attende: e poi, diciamola tutta, è anche una piccola sfida con se stessi, mettersi alla prova.
Così sbarchiamo dalla seggiovia Chamolè alle 9 in punto. Abbiamo 8 ore e trenta minuti per compiere la missione, conquistare la vetta e ritornare in tempo prima della chiusura dell'impianto alle 17.30, che costringerebbe ad un ulteriore supplizio le già martoriate ginocchia.
Schizziamo via come missili alla volta del grazioso laghetto di Chamolè, a pochi minuti di cammino: divoriamo in meno di mezz'ora i trecento metri di dislivello che ci separano dall'omonimo colle a quota 2641 mt prima di planare sulla conca di Arbolle dominata dal suo gentile laghetto e dal comodo rifugio. Panorama idilliaco, mucche al pascolo: facile lasciarsi tentare dall'ozio, ma la nostra gita comincia in pratica qui: e allora via di passo svelto, seguiamo il corso di un placido torrentello e ci alziamo dolcemente di quota, l'ambiente muta in maniera drastica, si fa severo, inospitale, una immensa distesa di sfasciumi, che la nostra traccia attraversa sul filo di un'antica morena sino a giungere nei pressi del Lago Gelato, occhio di smeraldo in un ambiente lunare. La sagoma ben definita dell'Emilius ci appare solo ora, il Colle des Trois Capucins, così chiamato per i tre gendarmi che lo sovrastano, è sopra di noi. Un ampio nevaio da attraversare e poi la faticosa risalita tra enormi roccioni ci deposita al Colle a quota 3241 mt: nonostante la fatica l'occhio non rimane estraneo al grandioso panorama sul versante opposto, dominato dai laghi di Laures, di una bellezza straordinaria visti dall'alto. Ma non c'è tempo per indugiare, la cresta è lì che ci attende, ancora trecento metri di fatiche: facile, elementare, nessun problema risalirla seguendo i numerosi ometti e bolli gialli, solo fatica e fiatone, la quota si fa sentire e in qualche tratto devo fermarmi a rifiatare. Nei pressi degli ultimi metri rallento: ho fatto tutta la salita praticamente a testa bassa, voglio godermi con la dovuta calma l'arrivo in vetta: ed eccomi in cima all'Emilius mt 3559, la Madonnina è lì, preziosa testimonianza di fede, a sovrastare Aosta, tremila metri più in basso, quasi a proteggerla, attorno è un apoteosi di cime, vicine e lontane. Tutti i giganti valdostani sono lì in bella vista, alcuni - il Rosa - incappucciati - altri invece mostrano orgogliosi i loro ghiacciai. Fra tutti spicca per bellezza e maestosità la Grivola con il suo elegante profilo.
In netto anticipo sulla tabella di marcia iniziamo la discesa: ce la prenderemo comoda, c'è tutto il tempo per guardarsi attorno, fare foto (tra l'altro con una luce pomeridiana molto più favorevole) e oziare per qualche minuto al rifugio Arbolle prima dell'ultima fatica di giornata, la risalita di 150 metri per guadagnare il colle Chamolè. Ma oggi le mie gambe volano e non protestano, ed anche quest'ultima asperità è vinta con facilità: in pochi minuti siamo al laghetto di Chamolè, brulicante di villeggianti, e alla seggiovia, un'ora prima della sua chiusura...
Follia l'Emilius in giornata? Basta crederci....

I miei complimenti a Daniele, finalmente per monti dopo tanto tempo, a Luca e soprattutto a Francesca, tenace come sempre, che pur in giornata no per problemi fisici non ha ceduto di un metro....

 

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Luglio 2012 08:15
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information