Home Sci alpinismo Chilchalphorn - Hinterrhein
Ski Alp: Chilchalphorn - Hinterrhein PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Domenica 10 Marzo 2013 17:46
Chilchalphorn
Località partenza: Hinterrhein
Quota di partenza (m.): 1620
Quota vetta (m.): 3040
Dislivello complessivo (m.): 1420
Sviluppo: 12,5 km a/r
Difficoltà: MS
Cartografia: CNS 1:50.000 fgl.267 San Bernardino
Rif.bibliografici:
Scialpinismo in Svizzera - 411 itinerari scelti - Fabrizio Scanavino, Fritz Gansser - 1998
Doveva arrivare, prima o poi, la primavera, e con essa il firn, quel particolare stato della neve di cui gli scialpinisti vanno matti... Oggi sciata d'antologia al Chilchalphorn, splendida e facile gita nelle alpi Grigionesi: è valsa la pena immolare ettolitri di sudore profusi durante la salita per essere pronti all'appuntamento!
 

Al mio arrivo nel placido e sonnolento borgo di Hinterrhein, subito dopo l'uscita del tunnel autostradale del San Bernardino,  trovo addirittura un pullmann della scuola CAI Gilardoni di Como, dal quale stanno uscendo torme di assatanati scialpinisti. Che il Chilchalporn sia una gita fra le più gettonate va bene, ma addirittura un pullmann..... Devo essere rapido a seminarli, così in un baleno sono pronto a salire, lasciandomi ben presto alle spalle i caiani.  La giornata si preannuncia molto calda, e la neve nella parte bassa è proprio pochina: già emergono chiazze di prato, facilmente aggirabili seguendo per un tratto la battutissima strada di servizio alle baite soprastanti il paese. Salgo di buona lena, e in poco tempo sono in un bagno di sudore: le temperature sono assurde e non tira un refolo d'aria  sino a Chilchalp mt 2082, dove fortunatamente la situazione migliora. Pochi gli scialpinisti che mi precedono (me li sono lasciati tutti alle spalle....),  e noto con piacere che almeno qui in alto nei giorni scorsi ha messo qualche centimetro di neve, in fase di rapida trasformazione. La gita procede piacevolmente, i pendii sono sempre aperti e regolari, di una facilità disarmante: quanto di meglio per godersi il bellissimo panorama su questo angolo di montagne a me ancora totalmente sconosciuto. Unico punto delicato della salita è la cresta terminale, pochi metri che possono dare qualche preoccupazione se non perfettamente assestati, ma non è certo il caso di oggi. Stranamente in vetta non c'è nessuno, così ho il tempo di godermi il bellissimo panorama, disturbato purtroppo da una fastidiosa nuvolaglia che sale dal fondovalle: impossibile non rimanere a bocca aperta per le bellissime montagne circostanti, il cui nome finisce certamente per "..horn". Alla spicciolata giunge qualche scialpinista solitario con cui ci si scambia qualche battuta, ma  la pace dura poco, perchè dal basso cominciano a profilarsi le sagome dei caiani del corso che stanno salendo a squadre in ordine sparso. Senza indugiare oltre  mi preparo per la discesa, è fondamentale non attardarsi troppo per trovare buone condizioni nella parte bassa, viste le temperature: e che discesa!!! Sicuramente la migliore di questa stagione, 1000 metri di velluto appena in fase di umidificazione, veramente insperata e al di là di ogni più rosea previsione: solo nell'ultima parte, oltre le baite di Chilchalp, trovo un po' di neve sfondosa,  ma comunque ancora ben sciabile senza difficoltà. Alle 12 sono al parcheggio di Hinterrhein ed ho tutto il tempo di sdraiarmi al sole e godere così del piacevole sole primaverile ...

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Marzo 2013 15:09
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information