Home Escursionismo Casale C.Cerro-Monte Cerano
Escursionismo:Casale C.Cerro-Monte Cerano PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Mercoledì 16 Ottobre 2013 22:51

Monte Cerano

Località partenza: Casale Corte Cerro
Quota di partenza (m.): 410
Quota vetta (m.): 1709
Dislivello complessivo (m.): 1350 ca
Sviluppo: 15 km a/r
Difficoltà: T/E
Durata gita: 5h ca
Cartografia:
Valle Strona-Cusio-Mottarone- Carta Itinera 1:50.000
Rif.bibliografici:

Scarica la traccia GPS

In questo periodo mi sto dedicando alla riscoperta di angoli ancora inesplorati alle porte di casa.  Non ho voglia di lunghi trasferimenti in auto, e così ne approfitto per salire su qualche montagna vicina a cui sinora avevo colpevolmente dato scarso significato: la scorsa settimana il Mottarone, oggi  il Monte Cerano, dal quale il panorama è davvero superlativo...  

Ottobrata? Pare di sì, a giudicare dalle temperature e nonostante la neve abbia già spruzzato di bianco le cime attorno ai 2000 metri. La  meta di oggi è il Monte Cerano, sopra Omegna: quante volte transitando in auto dalla superstrada, la sagoma dei "tre gobbi" ha accompagnato il mio sguardo verso il Massone! Eppure, incredibilmente, non ero mai salito sino ad oggi su questa montagna dall'aspetto docile, ingustamente snobbata .
Normalmente al Cerano si sale partendo dall'Alpe Quaggione, ma così sarebbe troppo facile: invece dal fondovalle il dislivello diventa interessante (oltre 1300 metri), e poi ho in mente di esplorare un sentiero, il T12, che potrebbe essere foriero di soddisfazioni per eventuali gite in mtb. Ecco così la scelta di partire da Casale Corte Cerro, comune a metà strada tra Omegna e Gravellona. Cerco invano i segnavia CAI (scoprirò al ritorno che sono posizionati nei pressi della chiesa) ma grazie alle indicazioni di un gentile signore scopro che il sentiero parte proprio nei pressi del monumento ai caduti partigiani, ed appare subito ben evidente e segnato, sia dai classici bolli bianco-rossi che da fettucce e segni di colore bianco, segno evidente di qualche recente manifestazione podistica. Comunque si sale subito con decisione e si entra nel bosco per un buon tratto, sino a sbucare alla bella Alpe Piana Ruei mt 740, nei pressi del nastro d'asfalto che sale da Montebuglio. Si continua a salire nel bosco incrociando per due volte l'asfalto e giungendo così all'ampia Alpe Rusa mt. 970 con  le sue belle baite ristrutturate in splendida posizione panoramica: con qualche difficoltà a ritrovare le tracce del sentiero ci si alza dietro le ultime baite sino ad incontrare nuovamente la strada asfaltata che va seguita per un lungo tratto sino ad un evidente segnavia che ci indica una scorciatoia per sbucare proprio sui prati dell'Alpe Quaggione mt 1160, vicino alla  famosa trattoria "da zio Lalo".
Si prosegue lambendo la caratteristica cappelletta di forma circolare e l'area attrezzata a picnic per affrontare ancora un buon tratto di salita in asfalto sino al suo termine, alle pendici del Monte Zuccaro, ben riconoscibile per la cappelletta posta in vetta. Ma il nostro sentiero in realtà - sempre ben indicato col segnavia Z2 - ne percorre a mezzacosta le pendici ed entrando poi in un bellissimo faggeto con percorso pianeggiante. Fuori dalla vegetazione la ricreazione finisce: da qui alla vetta ci si alza in direttissima sui ripidi versanti erbosi percorrendo in linea di massima la cresta della montagna che sbuca proprio in vetta al Monte Cerano q. 1710 metri. Si può proseguire oltre, sempre sul filo di cresta, per spingersi sino al vicino Poggio Tre Croci, ma per oggi mi ritengo soddisfatto così. Il panorama da quassù è veramente stupendo e spazia dai laghi al Rosa, che occhieggia lontano dietro al Massone già spruzzato di effimera neve ottobrina, destinata sicuramente a sciogliersi viste le temperature di questi giorni.
Bellissima e facile gita, ideale per questi periodi interlocutori: il sentiero T12 è "bike-friendly" e verrà presto collaudato.....

PS - la traccia GPS allegata  si riferisce alla sola salita e presenta alcuni "buchi" per problemi tecnici del mio ricevitore (batterie scariche...). Tenetene conto, anche se il sentiero è sempre ben evidente...
  

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Ottobre 2013 15:22
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information