Home Sci alpinismo Brudelhorn - Geschinen (Goms)
Ski Alp:Brudelhorn (Geschinen-Goms) PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Domenica 09 Marzo 2014 18:14
Brudelhorn

Località partenza:
Geschinen
Quota di partenza (m.): 1350
Quota vetta (m.): 2790
Dislivello complessivo (m.): 1450
Sviluppo: 14 km a/r
Difficoltà: BS
Cartografia: CNS 1:50.000 fgl. 265S Nufenen Ski
Rif.bibliografici:
Scarica la traccia GPS
Ad un anno esatto dalla bella gita al vicino Blashorn ritorniamo in alta valle del Goms per affrontare un altro classico itinerario della zona: l'ascesa al  Brudelhorn.... Speravamo in tanta powder, ma con le temperature di questi giorni non ci si poteva illudere troppo.... 

E' lungo il viaggio per il Goms, soprattutto per i maledetti semafori lungo il Sempione: ciononostante  alle 9 in punto eccoci pronti a partire da Geschinen, piccolo paesino tipicamente svizzero lungo la strada per il Furka. Colpisce, di questo angolo appartato del Vallese, il senso di pace e tranquillità che traspare appunto attraversando questi piccoli nuclei abitati: sensazione tanto più accentuata in inverno, quando i passi alpini sono chiusi e la valle ritorna al suo atavico e lento scorrere del tempo.... 
Attraversiamo così le piste da fondo e ci dirigiamo di buona lena con percorso pianeggiante verso il ponte sul Rodano nei pressi della piccola stazione ferroviaria: da qui ha inizio la gita vera e propria, si risale con percorso tortuoso e ripido un bellissimo e folto bosco di abeti. 500 mt di dislivello e si sbuca in una bella radura nei pressi delle baite di Unner Flesche mt 1965. Lo spettacolo è assicurato, ora il bosco è molto più rado ed in ambiente fiabesco si continua a risalire sino ad Altstafel. Siamo in ambiente aperto, maestoso ed invitante: la nostra meta si delinea chiara con la sua cuspide triangolare, dovremo aggirare l'arcigna parete nord per sbucare in cresta ed affrontare l'ultimo ripido tratto che porta in vetta.
Dalla vetta del Brudelhorn mt 2790 è sin troppo scontato affermare che il panorama è fantastico: la posizione è tale da dominare da un lato tutta la corona di vette dell'Oberland Bernese affacciate verso il ghiacciaio Aletsch. Dall'altro lato invece fanno capolino le "nostre" vette formazzine, da qui un po' meno riconoscibili.
La discesa ci riserva nei primi 1000 metri una neve bellissima, non proprio polverosa ma divertentissima: si devia decisamente rispetto all'itinerario di salita subito sotto alla vetta, affrontando un lunghissimo ed invitante vallone che percorreremo ad andatura sostenuta pennellando curvette (qualcuno ha battuto il record delle 106  consecutive) e curvoni veloci, come piacciono al sottoscritto. Le condizioni, ahimè, cambiano drasticamente all'ingresso del bosco: le alte temperature hanno infatti umidificato il manto nevoso, costringendoci ad una dura lotta - anche se divertente - contro "le beton".
Ma tutto è bene ciò che finisce bene, nonostante qualche cappottone, e in meno di 5 ore  concludiamo la gita sotto un sole ormai primaverile: il timing perfetto ci consente di arrivare giusto in tempo a Brig per imbarcarci sulla navetta delle 15,36 risparmiandoci così lo sbattimento del Sempione....

 

Ultimo aggiornamento Sabato 15 Marzo 2014 21:50
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information