Home Sci alpinismo Chuebodenhorn-Val Bedretto
Ski Alp: Chuebodenhorn PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Mercoledì 12 Marzo 2014 23:19
Chuebodenhorn
Località partenza: Bedretto-fraz. All'Acqua
Quota di partenza (m.): 1614
Quota vetta (m.): 3070
Dislivello complessivo (m.): 1450
Sviluppo: 12,6 km a/r
Difficoltà: BS
Cartografia: CNS 1:50.000 fgl. 265S Nufenen Ski
Rif.bibliografici: Scialpinismo-Ticino/Mesolcina/Calanca - ed CAS
Scarica la traccia GPS

Se ne parlava già da tempo del Chuebodenhorn, e finalmente oggi eccoci in Val Bedretto a cercare di salire questa vetta, che assieme al vicino Pizzo Rotondo rappresenta una delle mete più ambite dagli scialpinisti di mezza Europa...

Infrasettimanale dunque, non si direbbe visto che siamo in otto,  però le ottime condizioni meteo invitavano proprio a sacrificare una giornata di ferie. E' dura la giornata dello scialpinista, comincia molto presto il mattino, quando il sole non è ancora spuntato....
Alle 8 siamo ad All'Acqua, località strategica per tutte le gite in zona, oggi fortunatamente quasi deserta: anche in Val Bedretto l'innevamento è memorabile, purtroppo le temperature di questi giorni fanno sì che già alla partenza il termometro sia abbondantemente sopra lo zero, lasciando presagire un rientro tribolato...
Ma non preoccupiamocene troppo, e godiamoci la salita verso la Capanna Piansecco mt 1982, prima meta della giornata raggiunta dapprima con un breve tratto di strada poderale e poi per bella traccia boschiva già invasa da colate di neve bagnata. Arriviamo alla Capanna già in tenuta semibalneare per il gran caldo, e non sono neanche le 9 del mattino: i ripidi pendii che ci aspettano, spietatamente esposti al sole, mi evocano alla mente gli assolati deserti dell'Arizona. Si suda copiosamente, per il caldo ed anche per la ripida e tormentata traccia da seguire verso il Geren Pass (nei giorni passati di qui sono passate orde di ciaspolatori, il che mi impone una riflessione sul progressivo rischio di sovrappopolamento di questa strana razza umanoide che si muove sgraziatamente su questi strani attrezzi ai piedi, rovinando l'estetica bellezza dei bianchi pendii ...): gli occhi offuscati dal sudore non smettono però di catturare il bellissimo paesaggio che ci circonda, dominato da una parte dalla arcigna mole della nostra meta e dall'altra dalle ardite guglie e canali del Poncione di Cassina Baggio. Solo quando arriviamo al Geren Pass, dopo un ultimo pendio particolarmente ripido e faticoso,  qualche refolo di vento mitiga la calura: lo spettacolo sul versante opposto è davvero notevole, ed il Poncione di Maniò  con  i suoi pendii invitanti si candida decisamente per una prossima puntata in valle... Ma la nostra meta è ancora lontana, ci attendono 400 metri che tutte le relazioni e guide descrivono come problematici e difficilmente percorribili sci ai piedi: la ragione è presto detta, il pendio NE del Chuebodenhorn è un' immensa pietraia spazzata dal vento che la neve difficilmente riesce a colmare, costringendo spesso a salire a piedi con i ramponi. Ma ben presto ci rendiamo conto che lo straordinario innevamento di questa stagione ha compiuto il miracolo: si sale sci ai piedi senza alcun problema, salvo un breve tratto di pochi metri! Praticamente giungiamo in vetta con gli sci: a piedi si percorrono sì e no 20 metri su facili roccette, poi il Chuebodenhorn è tutto per noi! Panorama strepitoso a 360 gradi, dove la figura del leone la fa il vicino Pizzo Rotondo: prima o poi arriveremo anche da lui!
Indugiamo in vetta, per compattare il gruppo e goderci lo spettacolo, crogiolati dal sole: già immaginiamo che la discesa non sarà memorabile, in realtà nonostante la neve abbia rimollato oltre misura per il gran caldo, siamo riusciti a divertirci per bene sino alla Capanna Piansecco. Solo l'ultimo tratto di discesa è risultato particolarmente ostico: anche oggi la dose giornaliera di beton e di ravanage, ma questo fa parte del gioco e dopo una giornata così bella non ce ne curiamo più di tanto...

 

Ultimo aggiornamento Sabato 15 Marzo 2014 21:34
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information