Home Alpinismo Allalinhorn - Hohlaub Grat
Allalinhorn per la cresta Hohlaub PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Sabato 11 Luglio 2009 01:00

Località partenza:  Saas Fee - stazione intermedia Metro Alpin
Quota di partenza (m.):  3200 ca
Quota vetta (m.): 4027
Dislivello complessivo (m.):  827
Sviluppo
Difficoltà:  PD
Cartografia:  CNS -fgl 1328 1:25.000 RANDA
Rif.bibliografici: 

E' l'ultima uscita del corso di alpinismo, dobbiamo recuperare una giornata persa per il maltempo, ed avendo una sola giornata a disposizione non abbiamo molte scelte per salire in quota: l'Allalinhorn, nel gruppo dei Mischabel, ben si presta ad un veloce "mordi e fuggi" grazie alla presenza dei "troppi" impianti sciistici di Saas Fee che depositano in pochi minuti frotte di sciatori/turisti/alpinisti dai 1700 metri della località ai 3500 metri del Mittelallalin. Da qui la via normale di salita è molto banale, e difatti l'Allalinhorn è considerato, assieme al Breithorn, il 4000 più facile delle Alpi.

 

Pochi sanno però che esiste una bella e divertente alternativa alla via normale, che consiste nell'affrontare la montagna dalla cresta est (Hohlaubgrat) . La salita integrale comincia dalla Britannia Hutte, ma noi salendo in giornata, sfruttiamo la fermata intermedia del Metro Alpin (attenzione, va richiesta all'addetto al passaggio dei tornelli), che ci consente attraverso un tunnel scavato nella roccia di raggiungere direttamente l'Hohlaub Gletscher.

 Lo si attraversa puntando ad un ripido scivolo che ci porta in breve alla cresta, che risaliremo integralmente sino alla vetta. La salita in cresta si dimostra divertente, anche se vi sono numerosi tratti mai banali che richiedono la dovuta attenzione: il nostro occhio ad un certo punto è catturato dalla inconfondibile mole dello Stralhorn e - in secondo piano - dalle cime del Rosa.
L'ultimo tratto, circa 50 metri, richiede una facile arrampicata su misto (II grado,in loco si trovano diversi fittoni per l'assicurazione). Al termine del tratto roccioso non resta che percorrere un breve tratto di cresta nevosa pianeggiante (da sinistra sbuca la via normale) e, superate delle elementari roccette, si raggiunge la croce di vetta.
Meteo magnifico alla partenza, in rapido peggioramento con forte e gelido vento in prossimità della cima. In vetta visibilità pressochè nulla, giusto il tempo di una foto ricordo e giù veloci  per la via normale, praticamente un'autostrada percorsa da innumerevoli cordate (le guide svizzere non badano troppo per il sottile, cordate di 7-8 persone!!!!!).
Durante la discesa meteo in deciso miglioramento, che ci ha consentito di godere dello splendido panorama sulla conca di Saas Fee e sulla meta appena conquistata.

 

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Giugno 2010 19:48
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information