Home MTB Raron-Tatz-Mattachra
MTB:Tatz-Mattachra PDF Stampa Email
Scritto da fabri   
Domenica 01 Novembre 2015 18:33

Mattachra
Il Vallese non delude mai: oggi andiamo a scoprire  un angolo nascosto di questo territorio così vario. La meta è un piccolo alpeggio soleggiato, a picco sulla valle del Rodano: Mattachra.....

Località di partenza e arrivo:
Raron - mt 647
Lunghezza:
km. 27 ca
Dislivello in salita:
mt. 1170 ca
Quota max:
mt. 1793 
Durata:
4h 
Cartografia:
CNS - fgl 1288-Raron 1:25.000
Riferimenti Bibliografici:
http://www.alpavista.ch/Alp11/2015/04/24/tatz-2015/
gpsScarica la traccia GPS

Chiamatela estate di San Martino, oppure Indian Summer che fa più figo.... La sostanza non cambia: siamo a novembre e le temperature paiono quelle di due mesi fa!  Fa un po' impressione restare tranquillamente in maglietta a quasi duemila metri di quota, crogiolandosi al sole: ma non lamentiamoci, c'è tempo per la neve e lo sci!!!
Quest'anno ho un po' disertato il Vallese: in realtà avevo programmato alcune gite a settembre, poi è arrivato quello stupido incidente che mi ha tenuto fermo per un mese e mezzo: ormai avevo accantonato i progetti più ambiziosi, ma questo insperato scorcio  estivo mi hanno fatto rispolverare l'agenda delle gite incompiute, dalla quale ho pescato questa piccola chicca nascosta: Mattachra! La fonte e l'ispirazione arrivano - come sempre - dallo splendido sito di Stephan (www.alpavista.ch) che frequenta assiduamente queste zone poco conosciute al turismo di massa: sono certo che non rimarrò deluso, e difatti così è stato.
Si parte dalla stazione ferroviaria di Raron, giusto per fare qualche chilometro di riscaldamento sulla piana del Rodano per trasferirsi su stradine secondarie semideserte a Steg, dove si inizia a salire sull'ampia e trafficata strada che sale verso la Loetschental ed il traforo ferroviario di Kandersteg. Percorriamo poco più di un chilometro prima di svoltare in prossimità di un tornante in direzione di Hohtenn mt 817, con il suo caratteristico e futuristico campanile: si sale ancora sino ad incontrare la stazione e la linea ferroviaria del Lotschberg e poi - su pendenze più pronunciate - i piccoli borghi di Ladu mt 1354 e di Tatz mt 1485, affacciati con splendida vista su tutta la valle del Rodano.
Le ultime fatiche  ci accompagnano  sino a Mattachra mt 1780, una splendida radura punteggiata di larici ed una stalla isolata, null'altro..(si può proseguire  ancora per poche centinaia di metri su strada a fondo naturale che va a morire poco più a monte in corrispondenza di uno spiazzo, non ne vale la pena...) . Sulla radura di Mattachra una piccola croce lignea su di un poggio dominante l'intera vallata rappresenta un ottimo punto per rifocillarsi e crogiolarsi sotto un sole che - a dispetto del calendario - scalda piacevolmente le ossa.
Sin qui la gita non ha offerto grosse emozioni, a dire il vero: non si è toccato un solo metro di sterrato, anche se la salita non è stata mai monotona. Ma il bello arriva con la discesa, tecnica ed impegnativa il giusto senza mai essere estrema: richiede buone doti di guida e decisione nell'affrontare un terreno piuttosto smosso e roccioso,irto di ostacoli: si attraversano alcune placconate rocciose un po' esposte in cui occorre prestare la dovuta attenzione. La segnaletica è ineccepibile, basta seguire le indicazioni per Niedergesten: si ripassa per il borgo di Tatz e si continua in un susseguirsi ininterrotto di tornantini fino ad un bivio a q 1238 (crocefisso): qui si svolta a sinistra, si passa sotto alla linea ferroviaria sino ad incrociare due bisses prosciugate. Con un ultimo ed impegnativo tratto roccioso si piomba a valle a Niedergsteln con la sua caratteristica chiesetta addossata alla parete rocciosa.
Gita molto bella in conclusione: certo, per rimanere in zona Varneralp è decisamente molto più remunerativa e varia , ma se si vuole provare qualche emozione in più in discesa allora non posso che consigliarverla...

Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Novembre 2015 16:09
 


Powered by Joomla!. Designed by: joomla video tutorials hosting Valid XHTML and CSS.

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information