Alla scoperta del Furka e Grimsel Pass con estensione all'Oberaar See Stampa
Scritto da fabri   
Sabato 14 Agosto 2010 12:04

  Clicca per vedere l'altimetria del Furka Pass

  Clicca per vedere l'altimetria del Grimsel Pass

  Clicca per vedere l'altimetria dell'Oberaar See

Salita Oberwald-Gletsch:
6 km   al   6.,5% dislivello 391 mt
Salita Gletsch-Furka Pass:
10,5 km  al 6,4%    677 mt
Salita Gletsch-Grimsel Pass:
5,5 km  al 7,3%    406 mt
Salita  Oberaar See:
6km  al  3%    165 mt  (Salita molto discontinua che alterna tratti di dura salita a discese e falsopiani)Totale km. percorsi:
119
Dislivello complessivo
2200 mt
Percorso effettuato il 22 agosto 1997

Il Furka (mt. 2436) ed il Grimsel (mt. 2115), situati entrambi nella regione del Goms, a due passi da Briga e dal Sempione, sono due passi alpini assolutamente fantastici. Pedalare in Svizzera è sempre un grande piacere: sarà un caso, ma ovunque ci si trova di fronte a paesaggi idilliaci, da cartolina illustrata. E senza contare il perfetto stato delle strade, ben altra cosa rispetto all’Italia... 

La cronaca della scalata

Punto di partenza per il tour è stato il paesino di Betten, poco oltre la partenza della funivia che sale alla nota stazione invernale di  Bettmeralp. Scelta incauta, perché da qui all’attacco della salita del Furka è un susseguirsi di saliscendi fastidiosi - soprattutto il primo tratto che conduce a Fiesch - che a gambe fredde si sono dimostrati micidiali, mitigati però dal bellissimo  paesaggio: la valle del Goms è verdissima, e ai lati della strada ci circondano prati appena falciati con l’inebriante profumo del fieno. Giungiamo a Münster, paesino veramente delizioso con le tipiche casette di legno ed una esplosione di gerani ai balconi: da qui la strada in prevalente falsopiano raggiunge prima Ullrichen (punto di deviazione per l'ostico Nufenen Pass) e quindi Oberwald, mt. 1368 (dove inizia il tunnel ferroviario del Furka).

Verso il Furka 
A Oberwald inizia la salita,  immersa in un bellissimo bosco di conifere, che ci porta ai 1759 mt. di Gletsch (6 km al 6,5 %), decisamente pedalabile salvo due brevi tratti: da Gletsch - paesino di montagna d'altri tempi -  lo spettacolo naturale che ci si presenta è veramente straordinario. Di fronte a noi l’imponente mole del ghiacciaio del Rodano e la lunga serie dei tornanti che dovremo affrontare per conquistare il Furka: la salita è molto regolare, all’inizio si superano dei lunghi rettilinei intervallati da qualche tornante, poi una improvvisa impennata attorno al 10%  sino all’albergo Belvedere, proprio al cospetto della lingua terminale del ghiacciaio. Da qui in poi di nuovo si sale regolarmente sino al Passo (m.2436), grandioso balcone naturale sulla valle, veramente molto bello. Il tempo per le foto di rito e per indossare la mantellina e in un volo siamo di nuovo a Gletsch, pronti ad affrontare il Grimsel Pass..

Verso il Grimsel 
Da Gletsch al Grimsel ci separano soltanto 6 km che superano una imponente balconata naturale (mi ricordano molto i tornanti di Spondalunga dello Stelvio): è una salita molto regolare e per niente dura, tutta da gustare, poi si raggiunge il passo (mt. 2165) circondato da un bellissimo laghetto.  
Assolutamente da non perdere è l'ascesa all'Oberaar See. Dal Passo si diparte infatti una stradina privata, regolata da un semaforo, che definire idilliaca è poca cosa. Si pedala in un ambiente selvaggio, a strapiombo sotto di noi il bacino artificiale del Grimsel See ed il ghiacciaio che lo alimenta: quasi si dimenticano le difficoltà della salita, la fatica passa in secondo piano di fronte a questo spettacolo naturale che ci circonda. La strada conduce in circa 6 km molto discontinui all’Oberaar See, a quota 2330mt, un bacino artificiale in cui si specchia l’omonimo ghiacciaio: credo che un simile spettacolo naturale sia difficile da trovare in altri luoghi, mi vengono in mente solo le Dolomiti di Fanes.. 
Il tempo per riempirsi gli occhi di tale beltà e poi imbocchiamo la lunga discesa per Gletsch, Oberwald e di nuovo la valle del Goms: questa volta, aiutati da un sostenuto vento, raggiungiamo in un volo la macchina. 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Agosto 2010 12:33
 

Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Cliccando su AGREE, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'uso dei cookie consulta la privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information