Come Cambiare le Marce della Bici Come un Pro

Come Cambiare le Marce della Bici Come un Pro

  • Post author:
  • Post category:Blog

Il cambio delle marce nella bici, che sia da corsa o MTB, è uno dei dettagli più sottovalutati da ogni ciclista, dal principiante allo sportivo più allenato.

Molte persone, infatti, tendono a conoscere poco le leve che azionano il cambio delle marce, e decidono di alzare o abbassare il cambio “a sentimento”.

Questa scelta ovviamente è sbagliata e rischiosa, in quanto può portare alla fuoriuscita della catena dalle corone, oppure di ritrovarvi a fare più fatica cambiando la marcia, quando invece volevi alleggerire la pedalata.

Considerate sempre questa cosa: immaginatevi di guidare una macchina per la prima volta, senza avere alcuna nozione sul cambio di marce.

Ovviamente non conoscere l’uso delle marce di una macchina comporterebbe l’impossibilità di farla muovere, mentre ciò non avviene con la bici.

In ogni caso, conoscere come funziona il cambio nella vostra bici vi aiuterà notevolmente durante la pedalata, per poter adattare la marcia con il tipo di terreno, i cambiamenti e lo scopo della pedalata.

Un discorso a parte deve essere fatto invece per chi conosce bene il cambio delle marce, ma sa che può ottenere molto di più, specialmente se è dedito a corse, gare e attività impegnative.

In questo caso, conoscere il funzionamento base del cambio non è sufficiente: è necessario avere in mente alcune considerazioni e consigli specifici, per cambiare la marcia al momento opportuno.

Questo articolo si dividerà quindi in due sezioni: nella prima daremo alcune informazioni molto basilari sul funzionamento del cambio della bici, quali modelli esistono e come utilizzarli.

Nella seconda parte ci concentreremo invece sulla sezione più professionale, dando alcuni consigli sul cambio in determinati momenti dell’attività ciclistica.

Il Cambio Bici: Nozioni Generali

Il cambio delle marce avviene attraverso due leve, una sulla manopola sinistra e una su quella destra, le quali hanno due diverse funzionalità.

La manopola sinistra serve per cambiare la corona anteriore, mentre quella destra controlla la corona posteriore.

Il cambio posteriore è essenzialmente quello più importante, in quanto cambia notevolmente la sensazione della pedalata, pertanto bisogna innanzitutto allenarsi con questo cambio, e solo poi con il cambio anteriore/manopola sinistra.

Se la catena si sposta verso il pignone (la corona) più grande, la pedalata sarà più facile e una velocità più bassa. Al contrario, il pignone più piccolo permette la massima velocità, al costo di uno sforzo più elevato.

Pertanto, se vi trovate in una salita ripida e avete fatica, abbassate le marce, andando verso il pignone più grande, altrimenti scalate verso quello più piccolo.

La cosa più utile è allenarsi, provare le diverse marce e capire come influenzano la nostra pedalata.

Esistono diversi sistemi di cambio marce: le bici più comuni cambiano le corone girando un cilindro nel manubrio, mentre in quelle da corsa più professionali il cambio avviene attraverso delle levette.

Esistono anche dei modelli wireless, quindi senza cavi collegati alla corona, in cui la manopola destra porta verso il pignone più piccolo, mentre si ottiene il contrario con la manopola di sinistra.

Passiamo ora ai consigli principali per ottenere il meglio da un cambio ottimale, per fare le scelte dei ciclisti professionisti.

Cambiare Come Un Pro: Alcuni Consigli

Anticipa Sempre il Cambio

Questo è il consiglio più importante, in quanto può aiutare nei momenti più difficili, come quando ci si trova davanti a una salita impervia.

In questo caso, se conoscete il percorso che affronterete, cambiate sempre la marcia prima di iniziare la salita, evitando di cambiare durante il tratto ripido.

Questo serve per evitare di smettere la pedalata in quanto è troppo difficile la salita, e di danneggiare la bici, in quanto cambiare quando si pedala a grandi velocità può danneggiare il veicolo.

Cambiate la Marcia in Movimento

Un errore tipico che si tende a fare è di interrompere la pedalata per poi cambiare la marcia.

Questo è sbagliato, in quanto va a interrompere bruscamente il passaggio da un pignone all’altro, e rischia di provocare un cambio troppo brusco.

Cercate pertanto di cambiare la marcia continuando a pedalare.

Per Ripartire

Capita che a un certo punto ci si fermi per sostare, e poi di debba ripartire. In alcuni casi ci si potrebbe essere fermati con una marcia molto dura (pignoni piccoli).

In questo caso è raccomandato alleggerire la marcia (facendo girare la ruota posteriore) prima di ripartire, in modo da ricominciare la corsa in modo leggero.

Tenete la Catena Dritta

Con catena dritta intendiamo che essa deve trovarsi allo stesso livello di pignone posteriore e di corona anteriore. Se invece, per esempio, avete impostato la catena sulla corona più grande posteriore e quella più piccola anteriore, si rischia di danneggiare la struttura, oppure che la catena esca dalle corone e si inceppi.

Cura della Catena

Questa parte non ha a che fare con il cambio durante la corsa, tuttavia ne influenza incredibilmente l’efficienza, pertanto è giusto parlarne.

Tenete la catena pulita, eliminando terra, detriti e altro, e ben oliata, in modo da avere un cambio rapido e anche una pedalata più leggera.

Conclusione

Un’ottima conoscenza di come funziona il cambio e di come usarlo in ogni occasione può rendere la vostra pedalata estremamente piacevole, facendovi evitare fatica eccessiva.

Perché quindi non seguire queste semplici regole che vi abbiamo proposto?

E ora, buona pedalata!