Skip to content Skip to footer

Colle del Nivolet

colle del nivolet

Il Colle del Nivolet è un valico alpino situato nelle Alpi Graie, sul confine tra la Regione Piemonte e la Val D’Aosta, proprio nel cuore del Parco Nazionale Gran Paradiso. Il Colle si trova a una quota di 2612 metri sul livello del mare. L’accesso al valico è dato dalla Strada Provinciale 460, che inizia da Ceresole Reale ed è gestita dalla Città Metropolitana di Torino, ma sterrata in prossimità della cima. La sua pendenza media è di 4,7%, ma in alcuni punti la strada raggiunge una pendenza di 15%.

Lungo il tragitto si trovano due invasi artificiali, i laghi Serrù e Agnel, che alimentano un sistema di centrali idroelettriche che sopperiscono al fabbisogno energetico delle due province.

La strada che attraversa il Colle del Nivolet era stata inizialmente costruita negli anni ‘50 con lo scopo di facilitare l’accesso ai laghi artificiali. Tuttavia, il suo panorama incantevole fa ora di questo percorso una delle mete più attraenti in Europa per i ciclisti di tutto il mondo. La strada è la ottava più alta in Italia e la diciottesima in tutta Europa.

Nel periodo estivo la strada è aperta al pubblico, mentre d’inverno il tragitto non viene liberato dalla neve.

I ciclisti che vi fanno gite ed escursioni hanno tutti la stessa opinione: è la salita più bella tra le Alpi. Un percorso magico, mozzafiato. Con il suo percorso di 40 chilometri e i rifugi alpini, i ciclisti scelgono questa strada per la sua immersione nella natura. Dal punto più alto è possibile ammirare i monti circostanti delle Alpi Graie. A sud est del valico si trova il comune di Ceresole Reale, che sorge sull’omonimo lago, che ospitava una volta un padiglione da caccia della casata di Savoia. A nord, invece, sorge il comune di Valsaverenche, nella regione autonoma della Val d’Aosta.

Questo percorso non ha mai fatto parte del Giro d’Italia, presumibilmente per la sua posizione dentro un parco nazionale. Tuttavia, la montagna in quella montagna è stata registrata l’ultima scena del film “Un colpo all’italiana”, nel quale un gruppo di ladri inglesi tenta una rapina ai danni di un convoglio che trasportava i ricavi della FIAT.

Per arrivare sul Colle del Nivolet da Torino si deve prima raggiungere il comune di Settimo Torinese. Da qui si prende un treno che porta fino a Pont Canavese, stazione testa della Ferrovia Canavesana, di interesse regionale. Da qui si può raggiungere il comune di Ceresole Reale con l’autobus della linea 137, o con i propri mezzi seguendo la strada provinciale 460.
L’accesso dalla parte aostana invece consiste nel prendere un pullman da Aosta-Villeneuve per raggiungere Valsavarenche.

È consigliato avere una mountain bike per il percorso, anche se si può anche attraversare con una bici normale.

La salita sul Colle non è particolarmente difficile per i ciclisti appassionati del mountain biking, ed è anche un’esperienza meravigliosa, che rimarrà in testa per tutta la vita. Lasciati appassionare dai laghi, dai boschi e dai picchi del Gran Paradiso, con un tour del Nivolet, e scopri le meraviglie del paesaggio piemontese e valdostano.