You are currently viewing Pista ciclabile da Peschiera del Garda a Mantova

Pista ciclabile da Peschiera del Garda a Mantova

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog

Il percorso ciclabile Peschiera Mantova si snoda lungo il fiume Mincio ed è una ciclovia adatta a tutti, adulti e bambini, della lunghezza all’incirca di 40 km.

È un segmento dell’itinerario 7 EuroVelo – SunRoute che collega il Nord Italia al Sud Italia, dalla Val Pusteria a Pozzallo in Sicilia.

Il percorso è pianeggiante e asfaltato, quindi è una bella pedalata con una bicicletta di qualsiasi tipologia o con una mountain bike.

I periodi più indicati per questa passeggiata sono la primavera e l’autunno, da Aprile a Maggio e da Settembre a Ottobre, in quanto il clima è più gradevole. È una tratta abbastanza ombreggiata per escursioni nei mesi più caldi.

È consigliabile avere una buona scorta d’acqua, se non si prevedono tappe di visita, siccome le fontanelle non sono a breve distanza l’una dall’altra.

La pista ciclabile da Peschiera del Garda a Mantova è immersa nella natura e offre lungo il tragitto degli scorsi suggestivi, con la possibilità di soste per visitare gioielli storici tra pianura e dolci colline.

I borghi storici da visitare lungo la ciclabile Peschiera Mantova

Il tragitto in bici o in mountain bike si può organizzare a tappe per poter apprezzare le bellezze storiche della verdeggiante zona tra Veneto e Lombardia.

Il piccolo borgo di Monzambano è situato in un territorio caratterizzato dalle colline moreniche del Garda e il suo centro storico ha una deliziosa piazzetta delle arti da cui si possono percorrere due itinerari di scoperta del paesaggio circostante.

L’imponente castello di Monzambano, ancora ben conservato, fu costruito in origine da Matilde di Canossa e divenne parte di una serie di fortificazioni strategiche nel Duecento a difesa dei confini Scaligeri.

Si prosegue con una deviazione dalla ciclabile Peschiera Mantova nel vicino borgo di Castellaro Lagusello in cui si trova uno dei due castelli del “Paese dei due Castelli” di Monzambano.

Castellaro Lagusello ha la bandiera arancione dei “Borghi più belli d’Italia” ed è patrimonio Unesco, con la sua fortificazione risalente al XI e XII secolo.

Si ha accesso al borgo da una porta delle mura fortificate, sovrastata dalla torre quadrata dell’orologio e all’interno si scorge la chiesa barocca di San Nicola che è il patrono del luogo.

A poca distanza c’è Villa Arrighi, di proprietà privata, da cui si può vedere il famoso e romantico piccolo lago a forma di cuore e la chiesetta di San Giuseppe del Settecento.

È una località in cui si preservano testimonianze storiche e il ricordo di un’atmosfera senza tempo, in una natura incontaminata e ricca di fauna e flora.

La Riserva Naturale di Castellaro Lagusello si estende per 139 ettari e il territorio circostante al lago a forma di cuore è tutelato per conservare l’ambiente e l’habitat, con la gestione del Parco del Mincio.

Curiosità: si narra che in questo borgo fu inventato il gioco del tamburello nel 1857, ancora oggi diffuso.

Si torna sul percorso ciclabile Peschiera Mantova per dirigersi verso sud ed è inevitabile e imperdibile la tappa al romantico borgo medievale di Borghetto, frazione di Valeggio.

È tra i “Borghi più belli d’Italia” e le sue fortificazioni risalenti al periodo medievale ben conservate ricordano anche il suo passato di località strategica per la posizione sul fiume, oggetto di contesa nel periodo delle Signorie.

È proprio il fatto che il borgo sia attraversato dal fiume Mincio che ha permesso la creazione dei mulini, utili per l’agricoltura e in particolare per la macina del grano.

La rivoluzione industriale ne ha cambiato la destinazione e ai giorni nostri sono diventati attività per la ristorazione o per il pernottamento e negozi di artigianato.

Il punto di partenza per la scoperta del borgo è il Castello Scaligero che risale al X secolo per poi continuare verso Villa Sigurtà, dall’affascinante stile palladiano, in cui hanno dimorato importanti teste coronate ed è ora una location suggestiva per matrimoni ed eventi.

Il Parco Sigurtà di Valeggio ha ricevuto un premio come Parco più bello d’Europa, da vedere soprattutto in primavera e inoltre offre un fiabesco labirinto realizzato con siepi originarie di tutto il mondo.

Il Ponte Visconteo sulla diga è spettacolare; si tratta di una diga fortificata ed è un esempio di complessa costruzione ingegneristica.

È costituito da tre torri, una è a ponente, una più grande nella parte centrale e una a oriente. La torre al centro aveva la funzione di residenza, mentre le altre due torri avevano ponte levatoio e passerella.

Una pausa nell’oasi della Riserva Naturale Bosco Fontana

Il percorso ciclabile da Peschiera del Garda a Mantova incrocia la Riserva Naturale Bosco Fontana che rappresenta il vero e proprio manto boschivo dell’antica pianura padana.

A partire dal 1976 è diventata riserva naturale biogenetica e non è accessibile in bici. È visitabile con tre percorsi tematici, tra cui il percorso naturalistico dedicato a fauna e flora.

Il percorso storico culturale conduce alla visita agli interni della palazzina di caccia dei Gonzaga nei giorni programmati dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) oppure agli esterni di questa magnifica dimora con quattro torri.