You are currently viewing Pressione Pneumatici Bici Da Corsa – Qual È La Regolazione Giusta E Perchè?

Pressione Pneumatici Bici Da Corsa – Qual È La Regolazione Giusta E Perchè?

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog

Qual è la corretta pressione degli pneumatici per la bici da corsa?

Non esiste una risposta sola a questa domande. Ci sono molti fattori infatti che determinano la pressione ideale per ognuno: peso, condizioni meteorologiche, larghezza del pneumatico, condizioni della superficie stradale.

Fino a non molto tempo fa si consigliava di gonfiare i pneumatici alla massima pressione possibile: normalmente 9 bar o più. Anzi una pressione più bassa era considerata rischiosa e si pensava potesse esporre al pericolo di pizzicature. Inoltre era comune pensare che una maggior pressione garantisse una maggior velocità.

Questo tipo di convinzione coincise con il momento in cui un pneumatico di 23mm era considerato la norma per i ciclisti “veri” e il 25 mm era considerato un pneumatico lento.
Ora invece l’uso del 25mm è estremamente diffuso e questo tipo di spessore ha contribuito a variare il pensiero dei ciclisti sul tema della pressione pneumatici.

Vedremo infatti di seguito come la larghezza del pneumatico influenza la regolazione della pressione e le successive prestazioni.

Determinare la propria pressione ideale

Determinare la propria pressione ideale è dunque fondamentale in quanto una giusta regolazione consente al pneumatico di abbassarsi correttamente, ottimizzando l’area di contatto con il suolo e quindi influendo sulla manovrabilità, sulle prestazioni e anche sulla sicurezza!

La pressione giusta però non esiste e non può essere riassunta in un solo valore valido per tutti i ciclisti.

Come abbiamo detto infatti la pressione ideale dipende infatti da diversi fattori, fra i quali: la mescola del pneumatico, le condizioni della superficie stradale, le condizioni meteo, lo spessore delle gomme e infine il peso del ciclista.

Un ottimo punto di partenza per la determinazione della propria pressione ideale è valutare le soglie di pressione minima e massima che sono riportate sui vari pneumatici. Questi dati possono essere anche molto diversi tra un marchio e l’altro e ci garantiscono di rimanere nelle soglie della sicurezza.

Questo dato ci darà dunque una chiara indicazione sui minimi e sui massimi da non superare. Ma non ci dirà ancora qual è la nostra pressione ideale.

Dopo questa premessa cerchiamo di capire dunque come regolare la pressione dei pneumatici della bici da corsa nel modo più corretto.

Il primo indicatore da considerare è il peso del ciclista. Nel caso della bicicletta da corsa infatti il peso del ciclista influisce in modo fondamentale. Al contrario ad esempio di moto o auto quando si parla delle bici bisogna ricordare che il peso del mezzo influisce solo in minima parte sulla pressione gomme.

Il ruolo fondamentale lo gioca tutto il ciclista

Vi consigliamo quindi di testare diversi settaggi tenendo in considerazione che di regola maggiore è il peso del ciclista più vicina al valore massimo dovrà essere la pressione dei pneumatici.

Per fare un esempio chiarificatore riportiamo il consiglio di regolazione della pressione in base al peso fornite dal produttore Michelin:

  • per un peso ciclista inferiore a 50 kg pressione di 6 bar
  • per un peso ciclista di 60 kg pressione di 6,7 bar
  • per un peso ciclista di 70 kg pressione di 7,5 bar
  • per un peso ciclista superiore a 80 chili pressione di 8 bar

Anche se il vostro pneumatico è di un altro produttore potete prendere in considerazione che se il vostro peso si colloca nella fascia più alta così la vostra pressione pneumatici può arrivare più vicino al limite massimo consentito.

Come abbiamo anticipato un altro fattore fondamentale, da considerare nella regolazione della pressione pneumatici della bici da corsa, è il diametro del pneumatico stesso.

Maggiore sarà lo spessore delle gomme e minore sarà la pressione ideale. Da quando si è diffuso l’utilizzo delle gomme da 25mm (più larghe rispetto allo standard precedente) i ciclisti si sono accorti del vantaggio di una regolazione che non fosse alla pressione massima.

Infatti una gomma più stretta corrisponderà a un maggior carico complessivo e richiederà quindi una maggiore pressione. Una gomma più larga invece permetterà l’utilizzo di una pressione minore. Anche per il tubeless vale lo stesso ragionamento e pertanto viene solitamente gonfiato a una pressione inferiore al copertone classico.

Per finire andranno valutate le condizioni climatiche e del fondo stradale. Un fondo scivoloso, bagnato o sconnesso infatti richiederà una pressione inferiore rispetto per poter garantire un’aderenza ottimale. Al contrario fondi lisci in buone condizioni climatiche permettono ottime prestazioni con una pressione maggiore.

Come sempre il miglior modo che avete per trovare i settaggi ottimali per voi è la prova su strada. Partendo dai nostri semplici consigli potrete considerare i fattori principali di determinazione della pressione e provare regolazioni adatte a voi fino ad arrivare alla perfetta regolazione della pressione dei pneumatici della vostra bici da corsa.